Ritorno a scuola Infanzia 0-6, come si dovrà entrare ed uscire dagli edifici: sì a ingressi scaglionati e misurazione temperatura

Stampa

I bambini dai 0 ai 6 anni hanno rappresentato in questi mesi un importante momento di confronto per le particolarità che caratterizzano l’età e di conseguenza l’organizzazione della didattica. Infatti, non è possibile chiedere a bambini così piccoli di mantenere la distanza di sicurezza, così come non è possibile chiedere di tenere la mascherina durante la permanenza a scuola.

Le risposte alle domande su questa fascia d’età si trovano nel protocollo di sicurezza sottoscritto tra Ministero e sindacati e contenente le linee guida per un rientro in sicurezza. Tra le indicazioni fornite, quelle delle modalità di ingresso ed uscita dagli edifici.

Secondo quanto si legge nel documento, “i servizi educativi e le istituzioni scolastiche con opportuna segnaletica e con una campagna di sensibilizzazione ed informazione comunicano all’utenza le regole da rispettare per evitare assembramenti. Nel caso di file per l’entrata e l’uscita dalla struttura, occorre provvedere alla loro ordinata regolamentazione al fine di garantire l’osservanza sul divieto di assembramento e sul distanziamento fisico tra gli adulti accompagnatori.”

Ogni struttura dovrà dotarsi di un regolamento per disciplinare gli ingressi e le uscite e laddove non sarà possibile garantire il distanziamento sociale, si legge nel documento “ove lo si ritenga opportuno”, si potrà ricorrere “ad ingressi ed uscite ad orari scaglionati”.

Inoltre, nel documento si sottolinea che “nei servizi educativi va favorita la misurazione della temperatura corporea in entrata dei bambini, di tutto il personale docente e ausiliario presente nella struttura”

Nel caso di ingresso di persone che sono già state positive al COVID, l’ingresso dovrà “essere preceduto da una preventiva comunicazione avente ad oggetto la certificazione medica da cui risulti la “avvenuta negativizzazione” del tampone”

Infine, “in caso il bambino venga accompagnato o ripreso da una persona di fiducia presso la struttura educativa o scolastica, lo stesso deve essere fornito di delega da parte di uno dei genitori (o legale rappresentante) a procedere all’espletamento delle procedure di ingresso ed uscita. Tale foglio deve essere allegato alla documentazione della struttura al fine di verificare la tracciabilità del rischio”.

Scarica il documento integrale

Vedi anche

Riapertura scuole, tutti gli adempimenti necessari: documenti da scaricare, modelli, info utili. AGGIORNATO

Stampa

Graduatorie terza fascia ATA: incrementa il punteggio con le offerte Mnemosine, Ente accreditato Miur