Ritorno a scuola in Sardegna, 250 bus privati per rientro studenti dal 1° febbraio

Stampa

Sono oltre 250 i bus messi a disposizione da Anav, l’Associazione che rappresenta le aziende private di trasporto pubblico locale e noleggio autobus, per la riapertura degli istituti superiori sardi.

L’Anav Sardegna, in particolare, interviene rafforzando delle linee scolastiche: i mezzi sono destinati a implementare in sicurezza il servizio dell’azienda regionale Arst, Trenitalia e delle aziende private che operano nel trasporto pubblico in convenzione e che in questa fase necessitano di più bus.

Le aziende private del Tpl isolano e dei bus turistici, si sono impegnate per favorire la riapertura in presenza delle scuole secondarie di secondo grado – spiega il Presidente regionale Matteo Baire – Nell’ambito dei servizi di trasporto pubblico locale, le imprese private continuano la propria opera a sostegno della mobilità in sicurezza di tutti i cittadini, secondo le linee guida del Governo in termini di riduzione della capienza dei mezzi di trasporto e con l’implementazione degli autobus in quest’ultimo periodo”.

Il fermo mezzi seguito all’emergenza epidemiologica ha generato oltre a pesanti riduzioni nei ricavi da traffico, anche un calo netto di fatturato nel settore noleggio, pari – secondo i dati Anav – a oltre l’80% rispetto all’anno precedente la pandemia.

Saranno quindi prevalentemente i mezzi da noleggio ad andare in soccorso delle linee scolastiche.

Stampa

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione