Ritorno a scuola, Brusaferro (ISS): “Il distanziamento è importante. La mascherina? Dipende dalla circolazione del virus”

Stampa

“Riprendere la scuola in presenza. Le modalità si vedranno in base al quadro epidemiologico. Il punto di partenza è che il distanziamento è importante. La mascherina dipenderà dalla circolazione”. Lo dice in un’intervista a La Repubblica Silvio Brusaferro, presidente dell’Istituto superiore di sanità e segretario del Cts.

I dati inglesi sulla variante delta “mostrano che la vaccinazione con una dose protegge meno rispetto al ciclo completo“. Per quanto anche una dose, può già essere efficace “nel ridurre le forme cliniche gravi. Ma solo il ciclo completo garantisce una maggior sicurezza“, si raggiunge il livello migliore di protezione “a una settimana dalla somministrazione“.

Per Brusaferro bisogna arrivare ad alte coperture rapidamente “per controllare la circolazione anche nella stagione autunnale“. Per ora la situazione permette di togliere le mascherine: “Abbiamo solo 11 casi per 100mila abitanti in 7 giorni a livello nazionale”. Il monitoraggio “ci consente di capire come evolve la situazione e semmai intervenire, anche reintroducendo misure“. 

A rendere temibile la variante è “la sua maggiore trasmissibilità, che ne facilita la diffusione soprattutto laddove ci sono fasce di popolazione non immunizzate; anche da noi sta provocando focolai. Per queste caratteristiche i modelli europei dicono che diventerà dominante durante l’estate“. 

I casi totali “decrescono in assoluto ma quelli sostenuti dalla variante Delta stanno salendo“. 

In futuro, secondo Brusaferro, è verosimile che ci troveremo di certo di fronte ad altre varianti, “dobbiamo essere preparati per censirle e per quelle più pericolose a controllarne la diffusione“. 

Siamo ancora “in situazione pandemica pur con dati positivi: dobbiamo però sempre avere nella nostra cassetta degli attrezzi gli strumenti utili per ogni situazione“.

Continuare a tamponare “è importante – conclude Brusaferro – anche i sospetti perché questo permette di tracciare i positivi e i loro contatti“. 

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur