Ritorno a scuola, Bella (M5S) lancia l’allarme: “Che fine hanno fatto i test salivari? Fare di più per tracciamento”

Stampa

“Il nuovo anno scolastico è alle porte, eppure non esiste ancora un protocollo di tracciamento dei contagi. Sappiamo che la scuola è uno dei luoghi meno a rischio, ma all’inizio del terzo anno scolastico con la pandemia Covid occorre alzare il livello di prevenzione e gestione dell’emergenza”.

Così Marco Bella, deputato del MoVimento 5 Stelle, che oggi ha interrogato in commissione Cultura il ministero dell’Istruzione.

“Ad oggi nessuno sa cosa accadrebbe nel momento in cui si riscontrasse un caso di positività all’interno della classe, né se e quando saranno finalmente utilizzati, su tutto il territorio nazionale, i test salivari per gli studenti. Siamo fortemente preoccupati per questa grave mancanza di programmazione e siamo convinti che anche milioni di famiglie, studenti e personale scolastico lo siano, comprensibilmente”.

“Riconosciamo l’impegno che il Governo, anche con la nostra sottosegretaria all’Istruzione Barbara Floridia – prosegue – sta mettendo per evitare da settembre prossimo il ricorso alla didattica a distanza. Ma il tempo stringe e tanti nodi sono ancora irrisolti: bisogna fornire una risposta il prima possibile, affinchè il dare priorità alla scuola non rimanga solo una dichiarazione, per quanto lodevole”.

Stampa

Eurosofia avvia il nuovo ciclo formativo: “Coding e pensiero computazionale per la scuola del primo ciclo”