Ritorno a scuola, anche quest’anno lezioni in parchi, biblioteche e musei

Stampa
lezioni all'aperto

Il prossimo anno scolastico tornano spazi alternativi per la didattica curriculare o aggiuntiva: lo prevede il piano scuola 2021 che sarà presentato nei prossimi giorni dal Ministro Patrizio Bianchi.

Per adesso sappiamo, in base alla bozza del documento, che Viale Trastevere ripropone alle scuole la possibilità, tramite accordi specifici con gli Enti Locali, di svolgere le attività didattiche in luoghi alternativi agli edifici scolastici.

“Per la realizzazione del servizio scolastico – si legge sul testo del piano scuola 2021 – nelle condizioni dell’attuale scenario pandemico, in adesione al principio di sussidiarietà e di corresponsabilità educativa, Enti locali, Istituzioni, Terzo settore e scuole è auspicabile continuino a sottoscrivere specifici accordi e “Patti educativi di comunità”, attuando con ciò i principi fondamentali della Costituzione”.

“I fini degli accordi e dei “Patti” potranno ad esempio essere: la messa a disposizione di strutture o spazi supplementari (come parchi, teatri, biblioteche, archivi, cinema, musei) per lo svolgimento di attività didattiche curricolari o aggiuntive; la realizzazione di collaborazioni per l’arricchimento dell’offerta formativa; l’organizzazione della presenza ordinata di studenti e famiglie negli all’esterno degli edifici scolastici o nelle aree di confluenza dei trasporti scolastici”.

IL PIANO SCUOLA 2021

Stampa

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione