Ritorno a scuola, al Sud è emergenza trasporti: situazione critica in Puglia. Il report della Cisl Scuola

Stampa

Ci sono Regioni come Toscana, Emilia Romagna, Lazio, Piemonte, Marche e Abruzzo in cui è stato potenziato il trasporto locale aumentando le corse negli orari in cui i mezzi sono più utilizzati dagli studenti.

In altre, soprattutto al sud, non ci sono stati interventi o non sono stati significativi, mentre in Lombardia “ci sono problemi a reperire gli autisti” e in Puglia “si è optato per il doppio turno di ingressi a Bari”, contro cui ci sono già state proteste.

Lo segnala un report di Cisl Scuola che prova a delineare lo stato dell’arte all’inizio dell’anno scolastico.

“In generale non brillano le Regioni del sud e non riusciamo ad avere notizie su Sicilia, Sardegna, Campania e Veneto”, spiega la segretaria generale di Cisl Scuola, Maddalena Gissi.

Secondo i dati raccolti dal sindacato, un altro problema è quello dell’edilizia scolastica: “L’anno scorso dovevano essere costruite 40mila aule con un percorso di edilizia leggera ma ci risulta che ne siano state completate meno del 50%, soprattutto perché gli enti locali si scontrano con la burocrazia – dice Gissi -. Inoltre le risorse sono state assegnate con modalità incerte, così molte scuole hanno ridimensionato le loro valutazioni e sono stati utilizzati fra settembre e dicembre 358 milioni di euro. Altri 900 milioni di finanziamenti sono stati restituiti. In pochissime scuole sono aumentate le aule”

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur