Concorso 2016: Ritardi correzione, annullamenti convocazioni, candidati ammessi dai tribunali, per alcune classi assunzioni probabili nel 2017/18

di redazione
ipsef

Nei giorni scorsi, avevamo parlato dei ritardi di cui sono oggetto le correzioni delle prove scritte dei candidati per la scuola dell'infanzia e primaria. 

Nei giorni scorsi, avevamo parlato dei ritardi di cui sono oggetto le correzioni delle prove scritte dei candidati per la scuola dell'infanzia e primaria. 

Detti ritardi si sono registrati in Sicilia (infanzia e primaria), come segnalato dal nostro gruppo di studio, dove è probabile che le prove vengano corrette a Settembre, e in Veneto (scuola primaria) ove i ritardi sono da attribuire alle continue rinunce dei commissari.

Il bollettino dei ritardi non sembra concluso, come denunciato alla nostra redazione da altri partecipanti al concorso. Questa volta tocca ai candidati per scuola primaria, che stanno svolgendo le prove in Umbria, dover attendere la correzione delle prove, sicuramente dopo l'estate e, in base quanto segnalatoci, addirittura nel mese di Novembre.

Queste le parole di una lettrice: "Volevo comunicarvi i tempi della correzione delle prove scritte della primaria in Umbria. A varie email e a varie telefonate effettuate all'usr la risposta che ci viene sempre data è "Novembre" ed i compiti sono solo 807.  Avete voi modo di confermare la notizia? A noi sembra un po' assurdo prendere tutto questo tempo, si era parlato di ritardi a settembre (si veda la Sicilia), ma mai si è pensato di finire così avanti con i tempi. A questo punto bisogna pensare che nessuno avrà la minima intenzione di correggere entro settembre 2016 e che tutte le eventuali assunzioni sono già slittate al 2017, per quanto riguarda la primaria".

A questo punto, nelle regioni sopra citate, come anche in altre, le assunzioni non potranno essere portate a termine per il 15 settembre 2016, cosa sicuramente utile (e comprensibile, se "accaduta" intenzionalmente) a smaltire le graduatorie di merito della scuola dell'infanzia del concorso 2012, ma non comprensibile e tollerabile per la primaria.

Mancata pubblicazione delle griglie prima dello svolgimento delle prove scritte, candidati esclusi e ammessi poi dai tribunali con riserva, convocazione per le prove orali inviate e poi annullate, ritardi nella correzione delle prove: sono queste le principali problematiche, certamente di non poco conto, che stanno caratterizzando lo svolgimento del concorso 2016.

A ciò si aggiungano le numerose bocciature al di sopra di quella che potremmo considerare un media fisiologica, le cui ragioni sono tutte da scoprire, in quanto è inverosimile che tantissimi candidati, forniti di abilitazione quindi considerati idonei alll'insegnamento da commissioni universitarie, siano impreparati ad affrontare le tornata concorsuale.

Tutto sul concorso

Versione stampabile
anief anief
soloformazione