Risultati Invalsi, Miur annuncia terapia d’urto per quattro regioni del Sud

Stampa

Le quattro regioni del Sud che dai dati Invalsi sono risultate avere emergenze educative dalle elementari fino alle superiori saranno destinatarie di nuove strategie. 

Lo scrive il quotidiano Italia Oggi riportando alcune frasi pronunciate da Carmela Palumbo, capo dipartimento Miur, nel presentare l’ultima relazione dell’Invalsi alla Camera dei deputati.

Le regioni che avrebbero bisogno di un terapia d’urto sono: Sardegna, Campania, Calabria e Sicilia. “I fondi Pon che useremo non bastano più” ha chiosato Palumbo, aggiungendo l’intenzione da parte del Ministero di voler mettere in atto una strategia nuova in quelle regioni, dove sono stati riscontrati i risultati peggiori negli apprendimenti.

La capo dipartimento non è entrata troppo nel dettaglio, sebbene abbia annunciato che già dalle prossime settimane saranno promossi tavoli di confronto con queste regioni per studiare un piano specifico per ciascuna di esse. Ha parlato genericamente di “economie di risorse“, rilevando come “il vero spread del nostro Paese è quello scolastico, che si traduce in spread d’opportunità dei nostri cittadini futuri“.

Maggiori dettagli riguardano invece la strategia da mettere in atto sotto il coordinamento del Miur. Secondo il Ministero, gli obiettivi devono essere scalabili e significativi per ciascuna regione; bisogna fare attenzione ai divari all’interno tra le classi; attenzione a focalizzarsi non solo sulle cognitive skill, ma anche sulle no cognitive skill; infine è necessario anche tener conto non tanto delle medie nazionale degli apprendimenti degli studenti o degli esiti delle regioni migliori, ma vedere la media regionale o i migliori risultati regionali.

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia