Risultati INVALSI 2023, Giannelli (ANP): “Il sistema scolastico è affetto da patologia curabile: va cambiato radicalmente”

WhatsApp
Telegram

È stato presentato oggi, 12 luglio, il Rapporto INVALSI del 2023 la cui lettura restituisce un sistema scolastico segnato pesantemente dai divari territoriali che tendono a diventare sempre più severi, raggiungendo le due cifre in più rilevazioni. Così l’ANP scrive in una nota.

È necessario reagire con velocità e determinazione per superare le criticità che l’INVALSI ha fotografato. Il documento ci dice chiaramente che il sistema scolastico è affetto da una patologia che si deve e si può curare a patto, però, di fare scelte coraggiose. Se davvero vogliamo modificare gli esiti di tale sistema esso va cambiato strutturalmente e radicalmente. Dobbiamo prendere atto che la didattica prevalente è ancorata a un paradigma metodologico gentiliano risalente a un secolo fa e che il modello organizzativo della scuola risale a una configurazione elaborata cinquanta anni fa”, commenta Antonello Giannelli, Presidente ANP.

La scuola – conclude il Presidente ANP – opera sulle persone, accompagnandole e supportandole nel loro processo di crescita e di sviluppo. Si tratta, però, di un percorso di cui solo a distanza di tempo si vedono e si valutano i risultati. Investire sulla scuola, con modifiche radicali e incisive, significa generare, sul lungo termine, un elevato rendimento complessivo per la collettività”.

Prove Invalsi 2023, studenti in grave difficoltà alla primaria in italiano e matematica. Differenze marcate tra Nord e Sud anche per media e superiore. I dati [scarica PDF]

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri