Una rissa tra genitori di due alunne, con la minaccia di un’ascia, davanti ad una scuola media di Roma

di Giulia Boffa
ipsef

GB – Litigano le figlie, alunne di una scuola media, e tra i genitori finisce in rissa, fino a tirar fuori un’ascia.

Due coppie di genitori romani  hanno dato luogo ad una rissa senza esclusione di colpi, anche minacciandosi con un’ascia, per fortuna  senza gravi conseguenze fisiche. Rissa che,però, li ha trascinati davanti al giudice del tribunale monocratico capitolino, con accuse che vanno dalla minaccia, al danneggiamento, fino alle lesioni personali.

GB – Litigano le figlie, alunne di una scuola media, e tra i genitori finisce in rissa, fino a tirar fuori un’ascia.

Due coppie di genitori romani  hanno dato luogo ad una rissa senza esclusione di colpi, anche minacciandosi con un’ascia, per fortuna  senza gravi conseguenze fisiche. Rissa che,però, li ha trascinati davanti al giudice del tribunale monocratico capitolino, con accuse che vanno dalla minaccia, al danneggiamento, fino alle lesioni personali.

La rissa è partita dalla dichiarazione di non voler più andare a scuola di una delle due ragazzine alla propria mamma, perché bersaglio di pesanti dispetti da parte di una studentessa più grande.

La donna si reca a scuola in compagnia del marito per esporre il problema alle insegnanti. Incontra, però, la presunta bulla e sua madre, e comincia a litigare.
Si aggiunge anche il papà della ragazzina offesa e picchia l’altra studentessa, provocandole lesioni giudicate guaribili in cinque giorni. A questo punto interviene anche l’altro papà, che arriva con un’ascia presa dalla macchina.

Gli altri due genitori si rifugiano all’interno dell’edificio, insieme a docenti e bidelli. All’arrivo dei carabinieri della stazione di Tor Sapienza, gli assedianti avevano già mandato in frantumi la vetrata d’ingresso.

Si attende ora l’esito del dibattimento avuto davanti al giudice.

Versione stampabile
anief
soloformazione