La risposta del Ministro Carrozza all’interrogazione Di Lello su priorità supplenze ad abilitati, riapertura III fascia Graduatorie ad esaurimento, abilitazione ad idonei concorso

di Lalla
ipsef

red – Pubblichiamo il resoconto stenografico della risposta del Ministro.

red – Pubblichiamo il resoconto stenografico della risposta del Ministro.

"Signor Presidente, onorevoli colleghi, il Governo si preoccupa di dare seguito puntualmente agli impegni definiti negli atti di indirizzo del Parlamento e non ha mancato di operare le valutazioni richieste dagli ordini del giorno ricordati dall’onorevole interrogante. Su questa base rispondo alle varie questioni da lui poste.

Con riferimento ai docenti inseriti nella terza fascia delle graduatorie di istituto che hanno conseguito l’abilitazione all’insegnamento attraverso il tirocinio formativo attivo ordinario o i percorsi abilitanti speciali è in via di definizione una modifica del decreto ministeriale n.249 del 2010, volta a valorizzare detta abilitazione. In forza di questa modifica, nelle more dell’aggiornamento triennale delle graduatorie, che consentirà a questi docenti di transitare nella seconda fascia, verrà loro riconosciuta per il conferimento delle supplenze una priorità rispetto ai soggetti non abilitati.

In ordine all’inserimento di ulteriori docenti nelle graduatorie ad esaurimento, ricordo che con la legge n.296 del 2006 è stato chiuso il canale di reclutamento delle graduatorie permanenti, trasformate, appunto, in graduatorie ad esaurimento. Questa scelta è stata più volte confermata dal Governo e dal Parlamento ed è coerente con l’attuale sistema di reclutamento. I pochi casi di successivo inserimento di docenti nelle graduatorie stesse sono stati relativi a situazioni del tutto eccezionali di soggetti che avevano precedentemente maturato legittime aspettative. Quello dei concorsi pubblici è un canale di reclutamento alternativo a quello delle graduatorie ad esaurimento, sicché l’inserimento dei vincitori e degli idonei dei concorsi sarebbe estraneo alla logica del sistema.

Con riferimento, infine, alla possibilità di riconoscere l’abilitazione agli idonei del concorso per docenti non precedentemente abilitati, il decreto interministeriale n.460 del 1998, recante norme transitorie in materia di abilitazione, ha previsto che l’abilitazione all’insegnamento è riconosciuta solo ai vincitori e non agli idonei. Questa previsione è stata recepita nel bando relativo al concorso del 2012. Solo per i futuri concorsi, dunque, potrà essere valutata una modifica del citato decreto, valutazione che dovrà tenere conto, per un verso, delle recenti tendenze legislative in materia di concorsi pubblici, per un altro, della peculiarità del sistema di reclutamento dei docenti scolastici e dei percorsi di abilitazione"

Versione stampabile
anief
soloformazione