Rischio povertà collegato al titolo di studio: maggiore per chi ha conseguito la terza media, minore per diplomati e laureati

Stampa

Nella giornata di ieri, l’Eurostat ha diffuso i dati relativi al rischio povertà nei Paesi dell’Unione.

Dai dati pubblicati, come riferisce “scuola24.ilsole24ore.com”, si evince che più il titolo è basso più aumenta il rischio povertà.

In Italia, coloro i quali hanno conseguito la terza media registrano un tasso di deprivazione sociale e materiale pari al 24,3%; il tasso scende al 12% per chi ha conseguito il diploma e al 5% per chi è laureato.

A livello generale, nel nostro Paese il predetto tasso di deprivazione è pari al 17,2%, mentre a livello europeo la media è del 15,7%.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur