Riscatto sociale dei docenti, partiamo da: stipendio, formazione e rilancio scuola pubblica

di redazione
ipsef

red – Anna Fedeli della Cgil ieri è intervenuta durante la trasmissione "Agenda Italia Cultura" ed ha affrontato il problema del riscatto sociale degli insegnanti.

red – Anna Fedeli della Cgil ieri è intervenuta durante la trasmissione "Agenda Italia Cultura" ed ha affrontato il problema del riscatto sociale degli insegnanti.

Secondo la sindacalista, il riscatto sociale degli insegnanti passa innanzitutto da uno stipendio adeguato, dalla formazione e da un rilancio generalizzato sulla scuola. "Il contratto dei docenti è bloccato da 2009 al 2015, i docenti non hanno possibilità di scatti di carriera, sono stati mortificati dalla legislazione Brunetta in tutti i modi, passando sopra anche quell’articolo della costituzione che gli assegna libertà di insegnamento". "Io credo – ha concluso – che il riscatto sociale debba nascere" dalla risoluzione del contratto nazionale, da percorsi di formazione pagati dallo Stato e da un rilancio della scuola pubblica.

Versione stampabile
anief
soloformazione