Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Riscatto laurea tradizionale: ha senso sceglierlo per la pensione?

Stampa

In quali casi ha senso il riscatto tradizionale della laurea ai fini pensionistici? Vediamo il caso in questione.

Anche se il riscatto della laurea agevolato permette un consistente risparmio, molte volte conviene maggiormente optare per quello tradizionale. Vediamo di chiarire la cosa rispondendo ad un nostro lettore che chiede:

Buon pomeriggio,

Il prossimo mese avrò 62 anni di età, mi sono laureato prima del 1996 ed ho iniziato a lavorare dal 1987 in poi (versando meno di 18 anni di contributi al 1996) e vorrei riscattare i 5 anni universitari, di seguito alcune domande?

Posso scegliere se riscattare i 5 anni con il sistema ordinario invece che agevolato, anche se più oneroso?
In tal caso posso continuare a lavorare e cosi’ poter uscire ai fini pensionistici con 42 anni e 8 mesi di contributi a circa 65 anni?

Da un punto di vista economico potrebbe avere senso?

P.S. Considerate che ho fatto anche l’anno di militare già riscattato.

Grazie e cordiali saluti

Riscatto laurea tradizionale

Il riscatto laurea agevolato, nella generalità dei casi, conviene a chi non ha contributi versati prima del 1996 o a chi sceglie il pensionamento con l’opzione donna (richiedendo la misura un calcolo interamente contributivo dell’assegno). Quando gli anni da riscattare si trovano collocati prima del 1996, infatti, per poter scegliere il riscatto agevolato è richiesta la scelta dell’opzione contributiva della pensione che, in alcuni casi, vanifica il risparmio dell’onere.

Nel suo caso, avendo già 9 anni di contributi versati prima del 1996 e collocandosi poi anche i 5 anni del riscatto laurea, con il riscatto agevolato porterebbe al calcolo con il sistema contributivo anche 14 anni versati nel sistema retributivo e la cosa potrebbe rivelarsi poco conveniente.

Anche se il riscatto tradizionale ha dei costi più elevati, nel suo caso scegliendolo non andrà a penalizzare la pensione futura spettante (che potrà cogliere al raggiungimento dei 42 anni e 10 mesi di contributi). Quello che dice, quindi, può avere un perfetto senso a livello economico.

Stampa
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur