Riscatto Laurea: quando è possibile la rateizzazione del costo

di Consulente Fiscale

item-thumbnail

E’ possibile pagare l’onere del riscatto laurea in un massimo di 120 rate ma se si accede alla pensione il beneficio della rateizzazione decade.

Buonasera,mi hanno detto che per il raggiungimento dei 38 anni di contributi  necessari per la quota 100 ,potrei riscattare 1 anno di  laurea.Rispetto all’importo da pagare vorrei capire se potro’ rateizzarlo o se dovrò  pagare in un unica soluzione.

Per le domande presentate a decorrere dal 1° gennaio 2008, gli oneri da riscatto per il corso di laurea possono essere versati ai regimi previdenziali di appartenenza in unica soluzione o in un massimo di 120 rate mensili senza l’applicazione di interessi per la rateizzazione. È confermata la possibilità che l’interessato eserciti la facoltà di estinguere il debito anche in un numero minore di rate e comunque senza applicazione di interessi.

Gli unici a non poter rateizzare l’onere sono i pensionati.

In ogni caso se il riscatto dell’anno di laurea le serve per accedere alla pensione è bene sapere che il pensionamento implica la decadenza dal beneficio della rateizzazione eventualmente in corso, con conseguente obbligo di pagamento del capitale residuo in unica soluzione. Questo significa che, seppur avendo richiesto la rateizzazione del costo del riscatto, prima del pagamento di tutte le rate, accede alla pensione dal momento del pensionamento non potrà più pagare a rate ma dovrà versare l’importo residuo in un’unica soluzione.

Invia il tuo quesito a [email protected]

I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio

Versione stampabile
Argomenti: