Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Riscatto laurea per anticipare la pensione: conviene con 30 anni di contributi?

Stampa

Riscatto laurea, conviene a chi ha 30 anni di contributi versati? Vediamo il caso.

Non sempre il riscatto laurea è conveniente, soprattutto quando non porta un reale anticipo della pensione. In questo articolo esamineremo il caso di una lettrice che ci scrive:

Sono una docente di scuola primaria,ho 55 anni e insegno da 30 anni. Mi conviene riscattare i 4 anni di università?  Grazie

Riscatto laurea con 30 anni di contributi

Lei, stante l’attuale normativa e senza considerare eventuali aumenti dell’età pensionabile per aspettativa di vita Istat, si trova a 12 anni dalla pensione di vecchiaia e deve versare ancora 11 anni e 10 mesi di contributi per la pensione anticipata.

Senza il riscatto laurea pensione di vecchiaia e pensione anticipata, di fatto, sono quasi coincidenti e per lei, a meno che non intervenga una riforma previdenziale che introduca una nuova misura flessibile, in questo caso l’anticipo non è consentito.

Riscattando i 4 anni di studio per ottenere la laurea, però, la pensione anticipata si avvicina di 4 anni e le mancherebbero, di fatto, 7 anni e 10 mesi di contribuiti da versare. Riscattando la laurea, quindi, potrebbe andare in pensione a circa 63 anni con l’anticipata ordinaria e sempre con 41 anni e 10 mesi di contributi.

Permettendo un anticipo effettivo sulla pensione di vecchiaia di 4 anni, allora, il riscatto laurea nel suo caso conviene visto che, poi, i 4 anni in cui percepisce in più la pensione vanno a bilanciare l’onere sostenuto per il riscatto dei contributi.

Stampa
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Concorsi ordinari docenti entro il 2021, anche DSGA. Preparati con CFIScuola!