04 Agosto 2020 - Aggiornato alle 22:17

Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Riscatto laurea per accedere a quota 100: attenzione ai requisiti

Il riscatto della laurea serve anche ad avvicinarsi ai requisiti contributivi della quota 100, ma attenzione, entro il 2021, va raggiunto anche quello anagrafico.

Sono in’insegnante di religione con 35 anni di servizio e 58 anni di età entrata nei ruoli nel 2005, vorrei riscattare i miei anni universitari per avvicinarmi a quota cento. Quanto mi spetta pagare per riscattarli.?

Se opta per il riscatto agevolato la spesa dovrebbe essere di 5200 euro circa per ogni anno riscattato. Se, sceglie, invece il riscatto tradizionale il costo si calcola con la riserva matematica (avendo contributi versati anche nel sistema retributivo).

In ogni caso, avendo contributi versati prima del 1996, per fruire del riscatto agevolato dovrà scegliere per la liquidazione della pensione dell’opzione contributiva che le porterà il calcolo della pensione interamente calcolato con il sistema contributivo (dovrà capire lei, calcoli alla mano, se le conviene maggiormente pagare un onore più alto per il riscatto, o optare per il riscatto agevolato avendo, poi la pensione ricalcolata con il contributivo).

In ogni caso se intende sostenere il riscatto laurea per accedere al pensionamento con la quota 100, purtroppo lei non riuscirà a rientrarci: la quota 100 richiede 62 anni di età ed è in scadenza il 31 dicembre 2021.
Per la fine del 2021, anche se dovesse raggiungere il requisito contributivo, non raggiungerà quello anagrafico richiesto di 62 anni. Non potrà, quindi, accedere alla misura.

Le consiglio, prima di imbarcarsi nel pagamento dell’onere del riscatto laurea, di attendere gli sviluppi dei prossimi mesi e per capire quale misura, dal 2022 potrebbe sostituire la quota 100. Se avesse bisogno del riscatto per raggiungerla fa in tempo a chiederlo, in ogni caso, anche agevolato entro la fine del 2021.