04 Agosto 2020 - Aggiornato alle 22:17

Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Riscatto laurea: non va usato al fine di aumentare l’assegno pensionistico

Il riscatto laurea non conviene se si vuole soltanto aumentare l’importo dell’assegno pensionistico.

Sono un professore universitario, nata nel 1971 e stipendiata dal 2004. Potrei riscattare 5 anni di università e 3 anni di Ph.D., cosa mi conviene fare al solo fine di aumentare al massimo la rata mensile della mia pensione? 

Grata dell’attenzione
Il riscatto laurea ha come finalità quella di aiutare il lavoro nell’accesso alla pensione anticipata. Infatti solo in quel caso conviene veramente l’onere del riscatto degli anni di studi.
Se, invece, si vuole soltanto aumentare l’importo della pensione meglio è versare l’importo che comporta il riscatto laurea in un fondo pensione complementare per assicurarsi una rendita integrativa alla pensione poichè in questo modo l’investimento rende davvero di più.
Il riscatto laurea, infatti, conviene solo qualora si riesca ad anticipare di qualche anno l’uscita dal mondo del lavoro poichè in quel caso l’importo speso si riesce ad ammortizzare in pochi anni (grazie anche agli anni di pensione in più di cui si fruisce).
Senza l’anticipo pensionistico l’assegno aumenta davvero di poco e per ammortizzare la spesa occorrono decine di anni.