Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Riscatto laurea: non facciamo confusione tra deduzione e detrazione

Stampa

Come funziona la deduzione del riscatto laurea? Dove si indicano gli oneri sostenuti?

Per chi sostiene l’onere del riscatto laurea è prevista la deduzione dal reddito imponibile ai fini IRPEF nella dichiarazione dei redditi dell’anno successivo. Deduzione e non detrazione. Rispondiamo al dubbio di una nostra lettrice che scrive:

Con la presente chiedo informazioni circa la deduzione del costo per il mio riscattato di laurea. 
Sono assistente amministrativa T.I. in un Istituto Comprensivo Statale. 
La domanda di riscatto è stata inoltrata il 04/06/2007. La risposta da parte dell’Inps è arrivata 24/07/2020.  Ho provveduto al pagamento in unica soluzione con Mod. F24 (€ 24.144,90). 
Nel 730/2021 vorrei dedurre la somma di € 4.587,531 (€ 24.144,90*19%), Sezione E. 
Chiedo se è esatto l’importo e in quale  Rigo – Codice va inserito.
Ringrazio della Vostra disponibilità.
Cordiali saluti.

Deduzione riscatto laurea

Penso che abbia fatto un pò di confusione nell’orientarsi verso il beneficio che le spetta. Al 19% si calcola la detrazione che nel caso del riscatto laurea spetta solo e soltanto se si sostiene il riscatto per un familiare che risulti a carico. Nel caso l’onere sia per il proprio riscatto laurea, invece, spetta la deduzione dell’intero onere sostenuto.

Cosa significa? Che dal reddito imponibile si sottrae l’intero onere sostenuto per il riscatto dei contributi andando, di fatto, a ridurre considerevolmente la cifra su cui calcolare l’IRPEF dovuta. Nel suo caso la deduzione, quindi, è di 24.144,90 euro.

Nella dichiarazione dei redditi, quindi, tale somma deve essere indicata :

  • nel quadro E rigo 21 per il modello 730
  • quadro RP rigo RP21 per il modello Redditi PF.

Stampa
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Il 28 maggio partecipa alla Tavola rotonda “Memoria e legalità. Giovani e scuola in cammino per non dimenticare”