Riscatto laurea agevolato: vale anche per la SSIS? Chiarimenti

di Consulente Fiscale

item-thumbnail

Ulteriori chiarimenti sul riscatto laurea agevolato, dalla detrazione al 50% alla possibilità di coprire i periodi di studio fuoricorso con contribuzione volontaria.

Gentile responsabile,

Le scrivo per ulteriori chiarimenti sul riscatto laurea agevolato visto che con i miei colleghi abbiamo dei dubbi condivisi di interpretazione partendo da esempi concreti ossia:

1) Nata nel 1975 e iscritta all’università nell’a.a. 1994/95 (laurea di 4 anni), visto che con la normativa del riscatto agevolato si possono riscattare gli anni dal 1/1/96 per tutta la durata legale del corso: posso riscattare 3 anni o 2 anni e 6 mesi (ovvero dal 1/1/96 al 30/06/98 o al 31/12/98 tenendo presente che all’epoca il corso di laurea iniziò a novembre del 1994)?

2) Visto che si possono riscattare 5 anni di studi anche non continuativi: si possono aggiungere agli anni di laurea quadriennale anche i 2 anni del diploma di specializzazione post-laurea SSIS poiché 1 anno del corso di laurea non è riscattabile (quindi 3 di laurea + 2 SSIS =5)?

3) Dato che col riscatto agevolato di periodi non coperti da contribuzione, vi è una detraibilità dell’onere del 50% a condizione di non aver maturato alcuna contribuzione prima del 31/12/95 e di non essere titolare di pensione: a quanto ammonterebbe invece la detraibilità dell’onere nel caso del riscatto tradizionale? Al 50% o al 19% o un’altra percentuale per il 730?

4) Infine per chi paga dei contributi volontari per gli anni fuori corso di laurea in cui non ha alcuna contribuzione quanto sarebbe l’onere? E quanto la percentuale di detraibilità per il 730?

RingraziandoLa, Le porgo cordiali saluti.

Riscatto laurea agevolato ulteriori chiarimenti

Per rispondere ai dubbi dei nostri lettori, che ci hanno scritto in gruppo procediamo con ordine.

1) Per la legislazione italiana, l’anno accademico universitario  va dal 1º novembre al 31 ottobre del successivo anno solare in base all’articolo 19 del Testo Unico sulle Università. Di conseguenza può riscattare in modo agevolato dal 1 gennaio 1996 al 31 ottobre 1998 poichè il 1 novembre è iniziato il primo anno fuori corso.

2) Possono essere riscattati, secondo la normativa vigente, anche i diplomi di specializzazione conseguiti successivamente alla laurea e al termine di un corso di durata non inferiore a due anni. Quindi può riscattare 3 anni del corso di laurea e 2 del corso di specializzazione post laurea  purchè non coperti da altra contribuzione.

3) La detrazione al 50% è esclusa per il riscatto agevolato poichè nel decreto  all’articolo 20 comma 3 è specificato che “La facolta’ di cui al comma 1  e’ esercitata a domandadell’assicurato o dei suoi superstiti o dei suoi parenti ed affini entro il secondo grado, e l’onere e’ determinato in base ai criteri fissati dal comma 5 dell’articolo 2 del decreto legislativo 30 aprile 1997, n. 184. L’onere cosi’ determinato e’ detraibile dall’imposta
lorda nella misura del 50 per cento con una ripartizione in cinque
quote annuali costanti e di pari importo nell’anno di sostenimento e
in quelli successivi. “.

La detrazione al 50%, quindi, è applicabile soltanto al riscatto tradizionale calcolato con il metodo contributivo (ovvero laddove non vi è contribuzione prima del 1 gennaio 1996). Non è applicabile tale detrazione al 50% al riscatto laurea agevolato.

Per il riscatto tradizionale invece, resta ferma la deducibilità totale dell’onere o la detrazione al 19% dello stesso se si paga il riscatto della laurea per un familiare a carico.

4) I contributi volontari non possono essere pagati per gli anni fuori corso del periodo di studi poichè gli stessi possono essere versati solo per periodi correnti. I contributi volontari, infatti, si versano trimestre per trimestre e sono a copertura per i periodi in cui sono stati versati (sono autorizzati al versamento dei volontari, infatti,  i lavoratori che abbiano cessato o interrotto l’attività lavorativa e possono essere ammessi anche i lavoratori iscritti alla Gestione Separata.).

Invia il tuo quesito a [email protected]

I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio

Versione stampabile
Argomenti: