Riscatto gratuito della laurea, Inps dice sì, ma avverte: “Costa fino a 5 miliardi l’anno”

Stampa

L’Inps dà il via libera alla proposta di riscatto gratuito della laurea da indirizzare alla pensione di garanzia per i giovani, ma mette in guarda sui costi, fino a 5 miliardi l’anno. 

È il presidente dell’Inps, Pasquale Tridico, ad appoggiare l’ipotesi al centro del dibattito politico, nel corso dell’audizione alla commissione lavoro della Camera.

Il riscatto della laurea ha due caratteristiche positive, incentiva il giovane e contribuisce all’aumento delle skills in un paese dove il tasso dei laureati è tra i più bassi dell’Ue. Oltre a pareggiare una sorta di discriminazione che potrebbe denunciare chi resta di più tra i banchi di scuola rispetto all’ingresso mercato nel mercato del lavoro” ha spiegato.

Già a fine settembre, il presidene dell’ente era stato chiaro sull’argomento:  “Un salario più basso significa avere una pensione più bassa. Il sistema contributivo attuale proietta sul futuro una pensione più bassa. Sono sopratutto i giovani ad avere questo problema”.

“I giovani – ha detto Tridico – entrano spesso nel mercato del lavoro tardi, oltre che con bassi salari”. Il presidente dell’Inps ha detto che “si potrebbe pensare anche al riscatto gratuito della laurea per fini pensionistici per incentivare gli studi”.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur