Riscatto laurea: puoi simulare quanto ti costerebbe

Stampa

La circolare INPS numero 6 del 22-01-2020 ha fornito importanti sull’interpretazione del ricatto laurea agevolato introdotto dal DL 4/2019 estendendo la possibilità di fruizione anche a coloro che hanno intrapreso la propria carriera universitaria prima del 1996.

I chiarimenti

Possono simulare l’onere di riscatto, per i periodi che si collocano nel sistema contributivo, sia gli iscritti alla gestione privata che a quella pubblica.

Come funziona il simulatore del riscatto di laurea. Indicazioni INPS

Per utilizzare il simulatore bisogna accedere al servizio “Riscatto di laurea”, tramite codice PIN, SPID o CNS, e cliccare su “Simulazione calcolo” nel menu a sinistra.

Una volta selezionata la gestione previdenziale per cui si desidera simulare il calcolo, occorre inserire alcuni dati: anno di iscrizione all’università, numero di rate in cui frazionare il pagamento, periodo o periodi da riscattare afferenti lo stesso anno solare.

Dopo aver inserito tutti i dati, non resta che cliccare sul pulsante “Calcola l’onere del tuo riscatto di laurea”. Ricordiamo che l’importo è orientativo e potrebbe discostarsi da quello effettivo, comunicato a seguito della presentazione della domanda di riscatto.

In aumento le simulazioni dei riscatti di laurea

Accedi al simulatore

Stampa

Preparazione concorsi e TFA Sostegno con CFIScuola!