Risarcita studentessa bocciata alla maturità

di redazione
ipsef

Era il 2000 e dopo 13 anni dovrà essere risarcita dal Minstero e da Liceo cui era iscritta perché bocciata senza un valido motivo

Era il 2000 e dopo 13 anni dovrà essere risarcita dal Minstero e da Liceo cui era iscritta perché bocciata senza un valido motivo

Scuola e MIUR dovranno sborsare quasi 18mila euro perché la studentessa era caduta in depressione dopo il cattivo esito dell’esame.

Ma secondo il tribunale non c’era un valido motivo per la bocciatura, il colloquio incompleto, un cattivo voto in storia, materia non affrontata durante il colloquio, e l’impossibilità di commentare gli scritti.

Adesso dovrà essere risarcita

Versione stampabile
anief
soloformazione