Risarcimento precari fino a 45.000 euro

di redazione
ipsef

red – Pubblichiamo il testo della sentenza n. 66/09 emessa dal Tribunale di Orvieto, Giudice del Lavoro Dott. Forlani, con lettera di accompagnamento dell’Avv. Cristina Zanella relativamente al risarcimento danni per i docenti con contratto a termine.

red – Pubblichiamo il testo della sentenza n. 66/09 emessa dal Tribunale di Orvieto, Giudice del Lavoro Dott. Forlani, con lettera di accompagnamento dell’Avv. Cristina Zanella relativamente al risarcimento danni per i docenti con contratto a termine.

"Tale sentenza è conforme ad altre nove, emesse dal medesimo organo giudicante il 5/06/2009, con le quali si sono vittoriosamente conclusi i giudizi proposti da n. 10 tra docenti precari e personale ATA, promossi per iniziativa del Sindacato Agorà di Terni e patrocinati dal sottoscritto Avv. Cristiana Zanella unitamente alla Collega Avv. Manuela Landi.

In esse il Giudice ha dato pienamente ragione alle tesi esposte dai due legali, i quali, sostenendo l’illegittimità dei contratti a termine reiterati di anno in anno da parte dell’Amministrazione Scolastica, richiedevano un risarcimento pari ad Euro 5.000,00 per ogni contratto illegittimo. Il Giudice del Tribunale di Orvieto ha accolto pienamente la domanda avanzata dai legali condannando il MIUR a corrispondere ai 10 ricorrenti la somma di Euro 5000,00 per ogni contratto pregresso. I risarcimenti ottenuti sono stati veramente cospicui, fino ad un massimo di Euro 45.000,00, come il ricorrente di cui alla sentenza inviata, in servizio alle dipendenze del MIUR con contratti a termine a partire dall’anno 2001.

Vi invito, pertanto, a pubblicare la suddetta sentenza e ad integare la n. 63/09, ottenuta sempre dallo scrivente procuratore, con il dispositivo nella sua parte mancante inviatoLe ieri; e ciò ad onore della verità, non potendo
pubblicarsi una sentenza troncata nella sua parte essenziale.

Vi invito altresì a pubblicare la sentenza n. 21/2010 emessa dal Tribunale di Terni, G.L. Dott. Rainone (inviatale ieri per intero dal Sindacato Agorà): anche tale sentenza fa parte di un gruppo di altre 30, con cui sono stati pienamente accolti i ricorsi proposti da docenti e personale Ata precari, promossi dal Sindacato Agorà di Terni e patrocinati dagli Avv.ti Cristiana Zanella e Manuela Landi del Foro di Terni. In esse il Tribunale di Terni ha riconosciuti congrui risarcimenti per gli anni di precariato illegittimo che vanno dalle otto mensilità lorde di retribuzione (per chi aveva tre anni di precariato) alle 16 mensilità (per chi ne aveva dall’anno 2001).

Le sarei grata, pertanto, per le dovute correzioni ed integrazioni all’articolo pubblicato nella giornata di ieri, in cui viene riportata solo una parte della giurisprudenza di merito che si sta formando sull’argomento, citando ( con i nomi dei legali in chiaro) le sentenze inviatele, con cui sono stati fatti ottenere al personale precario della scuola risarcimenti molto alti, pienamente consoni ed equi in considerazione di tutti gli anni di abuso del CT da parte del MIUR."

Scarica la sentenza

Maggiori informazioni

Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione