Ripristinare fondi, cancellare Imu e Tares: ecco le richieste del gruppo di lavoro della parità scolastica

WhatsApp
Telegram

GB – Sono state presentate le richieste del gruppo di lavoro nell’area della parità scolastica, insediatosi al ministero dell’Istruzione.

GB – Sono state presentate le richieste del gruppo di lavoro nell’area della parità scolastica, insediatosi al ministero dell’Istruzione.

Si parte dal ripristino nella legge di stabilità 2014 degli oltre 250 milioni di euro tagliati ai fondi per il sistema paritario; si continua con la necessità di garantire nella programmazione triennale almeno la stessa cifra degli anni precedenti, pari a 530 milioni di euro; per finire con l’esigenza che Parlamento e ministero dell’Economia intervengano per cancellare le inique imposizioni di tasse rappresentate da Imu e Tares “che costituirebbero costi insopportabili e discriminanti per scuole e famiglie del sistema paritario, ancora più gravi in questo momento di difficoltà economica”.

Presenti il sottosegretario Gabriele Toccafondi e i dirigenti responsabili, con la partecipazione delle associazioni e federazioni nazionali maggiormente rappresentative della scuola paritaria – tra cui Agesc, Fidae e Fism – che hanno espresso “forte preoccupazione sulla possibilità di garantire nel prossimo futuro l’offerta formativa”.

Il sistema scolastico non statale opera infatti in “situazione di precarietà”, generata dalla diminuzione dei finanziamenti statali – nei prossimi tre anni previsti tagli del 50% – e “dal ritardo cronico con cui vengono erogati”. Una precarietà che, ha sottolineato il gruppo di lavoro, “sta determinando la chiusura di molte scuole su tutto il territorio nazionale”.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur