Riposi per allattamento della docente in servizio su due scuole. Congedo frazionato e computo dei giorni intermedi

di redazione
ipsef

Riportiamo le ultime risposte dei nostri consulenti nella rubrica "Chiedilo a Lalla". Ricordiamo che per le istituzioni scolastiche abbiamo approntato un canale di consulenza gratuita e con risposta garantita.

Riportiamo le ultime risposte dei nostri consulenti nella rubrica "Chiedilo a Lalla". Ricordiamo che per le istituzioni scolastiche abbiamo approntato un canale di consulenza gratuita e con risposta garantita.

Congedo frazionato e computo dei giorni intermedi.

Antonella  – Sono una docente a Tempo Indeterminato. Sto usufruendo in modo frazionato del congedo parentale e mi è capitato di assentarmi fino al sabato usufruendo del congedo parentale. Avendo il lunedì come giorno libero, e dovendo continuare l’assenza ho giustificato la stessa, a partire dal martedì, attraverso i permessi L. 104. La scuola vorrebbe conteggiare anche la domenica e il lunedì come CONGEDO PARENTALE. E’ corretto? Posso essere considerata d’ufficio e senza richiesta esplicita in Congedo? Ho letto sulla Vostra rubrica risposte contraddittorie e vi sarei grata di un chiarimento. Grazie

Congedo parentale e termini di preavviso

Francesca –  Buonasera. Sono una docente  classe A019 con contratto a tempo determinato fino al 30 giugno. Avrei. bisogno di alcuni chiarimenti : ho preso servizio il 21 e 22 dicembre  2015 ,dal 7 gennaio mi sono assentata 15giorni per malattia personale. Successivamente ho inviato certificato di malattia bimba (età 1anno) della durata di 30 giorni. volevo sapere se al termine della malattia Della bimba posso chiedere, con preavviso di almeno cinque giorni, il  congedo parentale oppure se avrei dovuto chiederlo prima di inoltrare la malattia. In sintesi c è un ordine da seguire ? Purtroppo su Internet si leggono tante cose e spesso si fa confusione sui nostri diritti di genitori… ringrazio e porgo distinti saluti.

Permessi per allattamento: sono un diritto ma non un obbligo. Chiarimenti

Simona  – Gent.ma, ho una semplice domanda da porle ma per me molto urgente!Attualmente supplisco la titolare assentatasi per maternità, a breve ritornerà in servizio e vorrei sapere se la stessa è “obbligata” a far ricorso al diritto all’allattamento con conseguente riduzione delle ore oppure è sua facoltà rinunciarvi? Grazie mille.

Malattia del figlio senza retribuzione o aspettativa per motivi personali? Chiarimenti

Alessandra  – vorrei sciogliere un quesito al quale vari sindacati non mi hanno saputo rispondere:sono una docente di Lettere (A043) con nomina fino al 30 giugno, attualmente in congedo parentale per mio figlio di 8 mesi. Poiché sono in difficoltà nel rientrare al lavoro al termine del congedo, vorrei sapere che differenza c’è (a livello economico e previdenziale) fra l’aspettativa per motivi di famiglia e il congedo per malattia di mio figlio oltre i trenta giorni al 100% di cui ho già usufruito. Grazie.

Congedo facoltativo per il padre e legge di stabilità. Chiarimenti per la Scuola

Scuola – Buongiorno, un nostro docente che sta per diventare padre ci ha detto che la Legge di Stabilità 2016 ha introdotto un congedo di paternità obbligatorio di 15 giorni, durante il 1° mese di vita del figlio (retribuito all’80%). Questa novità effettivamente compare sul sito dell’INPS ma noi Istituzione Scolastica non ne sappiamo nulla! Gradiremmo saperne di più, quindi se siete in grado di illuminarci Ve ne saremmo grate. La segreteria del personale.

Esami prenatali: non è possibile chiedere alla docente il recupero delle ore non prestate

Laura – Gentile Lalla e tutta la Redazione di OS, sono una docente a tempo indeterminato, lavoro presso un istituto comprensivo alla secondaria di I grado, sono al 5° mese di gravidanza e a breve dovrò fare l’ecografia morfologica, che mi hanno fissato in orario scolastico, ho chiesto 2 ore di permesso per tale giorno alla segreteria, specificando che si trattava di esami prenatali, ma mi hanno detto che dovrò comunque recuperare le 2 ore. E’ possibile che non ci sia una tutela per le donne in gravidanza, che devono effettuare determinati controlli in periodi ben stabiliti, non si tratta di visite generiche. Grazie per l’attenzione.

Riposi per allattamento della docente in servizio su due scuole

Sabina– vi contatto per avere delle informazioni circa la possibilità di usufruire di riposi per allattamento nel caso si abbiano figli sotto l’anno di età. In particolare, desideravo sapere se spetta l’allattamento e quale sia la riduzione oraria di cui si possa usufruire nel caso in cui si presti servizio a tempo determinato su due scuole secondarie di primo grado di un unico I.C. per un totale di 12 ore settimanali. Grazie anticipatamente.

Riposi giornalieri per il padre: sono di 2 ore se l’orario giornaliero è di almeno 6 ore

Emanuele – volevo chiederle un chiarimento in merito ai permessi per allattamento fruibili dal padre anche se la madre è casalinga, il mio orario di servizio è il seguente: – Lunedì, mercoledì, venerdì dalle ore 08.00 alle ore 14.00; – martedì e giovedì dalle ore 08.00 alle ore 17.30. Posso usufruire di due ore di permesso giornaliere, considerato che dovrei svolgere almeno 6 ore di servizio. Grazie in anticipo e cordiali saluti.

Chiedilo a Lalla

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione