Rinnovo contratto utilizzazioni e assegnazioni provvisorie

di Lalla
ipsef

red – Incontro al Ministero per la definizione del contratto di mobilità annuale (utilizzazioni e assegnazioni provvisorie) per l’a.s. 2011/12. Sostanzialmente inviariato il testo presentato; la richiesta pù significatica dei sindacati (FGU) è quella di stabilire una quota massima di posti disponibili per le assegnazioni provvisorie interprovinciali, per consentire di avere un contingente di posti a disposizione delle supplenze annuali. Vi presentiamo i resoconti di FGU e UIL.

red – Incontro al Ministero per la definizione del contratto di mobilità annuale (utilizzazioni e assegnazioni provvisorie) per l’a.s. 2011/12. Sostanzialmente inviariato il testo presentato; la richiesta pù significatica dei sindacati (FGU) è quella di stabilire una quota massima di posti disponibili per le assegnazioni provvisorie interprovinciali, per consentire di avere un contingente di posti a disposizione delle supplenze annuali. Vi presentiamo i resoconti di FGU e UIL.

FGU – L´orientamento è di limitare gli interventi alla ordinaria "manutenzione" del testo

Nella mattinata di oggi, con anticipo rispetto agli anni precedenti, si è aperto il tavolo per il rinnovo del contratto integrativo nazionale relativo alle utilizzazioni e assegnazioni provvisorie per l´anno scolastico 2011/12. Si condivide la necessità di provvedere urgentemente alla stipulazione del contratto che dovrebbe ricalcare nella sostanza quello stipulato l´anno precedente. Da parte delle OO.SS. si è posta l´attenzione tuttavia su alcuni punti.

a) Si ravvisa l´opportunità di stabilire una quota massima di posti disponibili per le assegnazioni provvisorie interprovinciali, ciò per consentire di avere un contingente di posti a disposizione delle supplenze annuali.

b) Si contesta la prassi operata in alcune realtà territoriali di usare l´atipicità delle classi di concorso per rendere "flessibile" l´utilizzo dei docenti al di là degli organici di diritto autorizzati dal Miur (ad esempio alcuni dirigenti hanno scorrettamente utilizzato docenti della A060 in spezzoni di competenza della A013 togliendo così ai precari posti di lavoro). L´amministrazione ha ribadito che tali situazioni non sono legittime e accettabili.

c) Si esprime preoccupazione per i tempi molto ravvicinati che vedono la fine del mese di luglio il termine per la conclusione delle operazioni di utilizzo, assegnazione e immissione in ruolo perché quest´anno non c´è più lo spostamento al 31 agosto.

d) Si sono evidenziate le contraddizioni presenti nella bozza di regolamento delle nuove classi di concorso che sembra togliere legittimità ai tavoli negoziali in merito a materie importanti aventi per oggetto la mobilità e la formazione delle cattedre demandando le scelte politiche e tecniche al Ministero della Funzione Pubblica e del MEF.

UIL – Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie

Oggi, con anticipo rispetto agli anni precedenti, si è aperto il tavolo per il rinnovo del contratto integrativo nazionale relativo alle utilizzazioni e assegnazioni provvisorie per l’anno scolastico 2011/12. La nuova procedura prevede la sigla di una ipotesi di accordo che verrà sottoscritto definitivamente, dopo il parere della Funzione Pubblica.

Nel merito delle questioni, fatti salvi alcuni rilievi della Funzione Pubblica relativi alle questioni connesse ad decreto 150/09, l’amministrazione e le organizzazioni sindacali sono orientati a confermare l’impianto del contratto precedente limitando gli interventi alla ordinaria "manutenzione" del testo. Gli incontri si terranno con cadenza settimanale.

e) E´ stato chiesto parere al MEF circa l´assegnazione del personale scolastico nelle diverse sedi poiché nel D.Lgs.150/09 è previsto il potere dei dirigenti di organizzazione degli uffici. Si ritiene che tale potere non possa essere discrezionale poiché è necessario per l´amministrazione definire i contingenti di organico da assegnare ai plessi o alle sedi staccate.I prossimi incontri sul tema dovrebbero avere cadenza settimanale.

Versione stampabile
anief
soloformazione