Rinnovo contratto scuola, incontri già fissati sulla parte normativa slittano alla prossima settimana

WhatsApp
Telegram

Slittano alla prossima settimana, come avevamo annunciato sabato scorso, gli incontri, fissati dal 17 al 19 gennaio, previsti all’Aran sul rinnovo del contratto per il comparto Istruzione e Ricerca in merito al triennio 2019-21. 

Dopo la firma dell’accordo per la parte economica, giunta a novembre, le parti puntano a chiudere quanto prima sulla parte normativa. Gli incontri sono stati fissati a partire dal 24 gennaio.

Sul fronte degli aumenti stipendiali, il Ministero dell’Istruzione e del Merito, entro pochi giorni, farà un’integrazione dell’atto d’indirizzo per rendere subito esigibili i 300 milioni di euro riferiti alla RPD (retribuzione professionale docenti), risorse già stanziate nella legge di bilancio 2022 e inizialmente stanziate per la valorizzazione del merito.

Ci sono poi altri 100 milioni una tantum che dovranno finanziare la componente fissa della retribuzione accessoria di docenti e Ata per il 2023 (si tratta nello specifico di 85,8 milioni di euro sono per i docenti e 14,2 milioni di euro per ATA per il 2022, destinati alla RPD e al CIA).

Leggi anche

Rinnovo contratto scuola, nuovo incontro domani, 11 gennaio. Naddeo (Aran): “Siamo a buon punto. Stringere per arrivare alla firma definitiva”

Rinnovo contratti PA, incrementi superiori al 4% per tutti i comparti. Per la scuola si attende la chiusura definitiva. Il rapporto ARAN

Pacifico: “Da gennaio altri aumenti stipendio di circa 8 euro. Assumere da GPS, abolire i vincoli sulla mobilità, valorizzare il personale ATA”. Le proposte Anief. INTERVISTA

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur