Rinnovo contratto scuola, Aran “gela” i sindacati: la trattativa è ancora lunga

WhatsApp
Telegram

Se da una parte i sindacati della scuola “esultano” per i fondi stanziati per il salario accessorio (pari a 300 milioni di euro, l’Aran, invece, “frena”.

Il presidente dell’Aran, Antonio Naddeo, smorza gli entusiasmi delle organizzazioni sindacali parlando apertamente di non aver ricevuto ancora alcuna comunicazione.

I passaggi, chiarisce ancora Naddeo, sono chiari: l’atto di indirizzo deve prima ricevere l’approvazione del ministro per la Pubblica amministrazione e del ministro dell’Economia e solo successivamente può essere trasmesso all’Aran.

Solo successivamente, infatti, l’Aran potrà utilizzare le risorse per il rinnovo del contratto scuola 2019-2021.

Al momento, pertanto, i 340 milioni non sono ancora disponibili e quindi la trattativa deve continuare sulla base delle risorse disponibili attualmente.

Trattativa per il contratto ad una svolta?

La trattativa, che si era incagliata sulle risorse aggiuntive per il contratto per la Scuola, ha trovato uno sbocco positivo – a quanto apprende l’Ansa – dopo che il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, dopo le obiezioni espresse dai sindacati, ha formalmente richiesto al Dipartimento della Funzione Pubblica che le risorse aggiuntive stanziate dalla legge di bilancio 2022 e destinate alla valorizzazione della professionalità e al salario accessorio docente, pari a 340 milioni di euro circa, non confluiscano nell’attuale Fondo per l’offerta formativa ma siano disponibili per il rinnovo del contratto.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur