Rinnovo contratto e aumenti stipendiali, si parte a fine giugno

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Sarebbe prevista per fine giugno la direttiva per il rinnovo dei contratti e gli aumenti stipendiali per i docenti.

L’obiettivo è chiudere presto, con i sindacati convocati subito dopo la pubblicazione della direttiva, quindi si avvierà la trattativa presso l’Aran, l’agenzia governativa per la contrattazione. Nel piatto, 85 euro di aumento medio mensile.

Attenzione, però, perché la somma di 85 euro come aumento delle retribuzioni sarà percepita per intero dal 2018: nel 2016, infatti, l’aumento sarà di 10 euro mensili, mentre nel 2017 salirà a 40 euro. La copertura è prevista sino al 2017, mentre per il 2018, quindi per l’aumento a regime, le risorse dovranno essere stanziate nella legge di Bilancio.

Inoltre, come ha ricordato recentemente la Madia, l’aumento sarà solo per i meritevoli. Se da un lato gli aumenti di stipendio guerderanno soprattutto a coloro i quali hanno sofferto maggiormente la crisi economica e il blocco della contrattazione, dall’altro gli aumenti dovrebbero essere concessi in base al merito, così è scritto, infatti, nell’accordo del 30 novembre: “le parti si impegnano ad individuare nuovi sistemi di valutazione che garantiscano una adeguata valorizzazione delle professionalità e delle competenze e che misurino e valorizzino i differenti apporti individuali all’organizzazione. I contratti collettivi, nei limiti delle relative previsioni normative, disciplineranno criteri e modalità.”

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione