Rinnovo Contratto ATA: la figura del collaboratore esperto, non sarà più possibile accettare incarico da docente. Cosa propone l’ARAN. SCHEDE UIL Scuola Rua

WhatsApp
Telegram

Il 7 giugno si è svolto un nuovo incontro tra Organizzazioni sindacali e Ministero sul rinnovo del contratto 2019-21. Sul tavolo i temi riguardanti il personale ATA. La Uil Scuola Rua ha realizzato una serie di schede nelle quali spiega in cosa consiste la proposta dell’Aran e su quali punti la Federazione Uil Scuola non è d’accordo.

Tra i diversi punti, l’ARAN propone l’introduzione di incarichi triennali per le nuove figure apicali delle Elevate Qualificazioni, assegnati da parte dell’Ambito Territoriale (al momento unilateralmente).

In tale area è previsto che transiti il personale amministrativo Facente Funzioni con tre anni di servizio e gli attuali DSGA di ruolo. Non è ancora definito il numero di funzionari che si intende istituire. L’incarico non è rifiutabile.

La bozza disposta in caso di assenza dell’elevate qualificazioni, prevede due soluzioni:

E’ assegnato al Dirigente Scolastico in maniera del tutto discrezionale, l’individuazione di un Assistente Amministrativo senza alcun riferimento alle posizioni economiche (per quest’ultime è prevista dall’Aran la soppressione o, in subordine, una loro rimodulazione).

Verrà applicato il criterio della «reggenza», obbligatoria da parte dell’Ambito territoriale, attraverso l’assegnazione dell’incarico ad un’Elevata Qualificazione di altra scuola.

Collaboratore scolastico esperto

L’inserimento di questa nuova figura dovrebbe assolvere, oltre alle mansioni previste per i collaboratori scolastici, anche i compiti di:
1) Coordinamento dell’attività dei collaboratori scolastici;
2) Attività qualificata di assistenza e di monitoraggio delle esigenze igienico-sanitarie agli alunni con disabilità.

Per la progressione di area è necessario possedere i seguenti requisiti: attestato di qualifica professionale ed almeno 5 anni di esperienza maturata nell’Area dei Collaboratori oppure diploma di scuola secondaria di primo grado ed almeno 10 anni di esperienza maturata nell’Area dei Collaboratori.

Per la Federazione UIL Scuola RUA oltre ad essere necessario definire un mansionario che superi la generalità delle indicazioni è soprattutto necessario quantificare il numero di figure di tale profilo che si intendono costituire.

Art 59 (accettazione altro incarico)

Non sarà più possibile, per il personale ATA, accettare incarichi da Docente. La nuova formulazione prevede l’accettazione dell’incarico “su posti di area superiore o – a parità di area – di diverso profilo professionale”.

LA PROPOSTA ARAN SUGLI ORDINAMENTI PROFESSIONALI ATA

La proposta della UIL Scuola Rua

La UIL Scuola Rua popone:

-Abbandonare il modello proposta dall’ARAN in quanto fortemente regressivo di diritti dei lavoratori e lesivo dell’autonomia scolastica;
– Ripristino, per tutto il personale ATA, della mobilità verticale (passaggio tra le aree);
– Individuazione ed inserimento nel contratto collettivo del profilo professionale di assistente tecnico del primo ciclo,
con riconoscimento della titolarità di sede e di lavoro (scuola unica);
– Mantenimento dell’attuale sistema delle posizioni economiche, con ripristino della formazione e delle surroghe. Riapertura delle graduatorie su scala nazionale.

– «Manutenzione» dei profili ATA in relazione al lavoro che si svolge concretamente nella nuova realtà scolastica.
– Valorizzazione DSGA: la Valorizzare della figura del DSGA, per la UIL Scuola Rua, è di fondamentale importanza. L’incremento di responsabilità e dei carichi di lavoro è accettabile solo se, a tutto ciò, corrisponde un adeguato riconoscimento economico. La cifra di euro 49 lordi, rappresenta una vera e propria provocazione che non può dare una risposta al tema della
valorizzazione. Ciò detto è necessario reperire risorse per affrontare compiutamente il tema.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri