Rinnovo Contratto ATA: arriva l’Area dei collaboratori esperti, non più solo CS. Mansioni e titolo di studio

WhatsApp
Telegram

È in fase di trattativa tra Aran e Organizzazioni sindacali la parte normativa del nuovo CCNL comparto Istruzione e ricerca 2019-21. Nell’ultima riunione svoltasi il 1° dicembre si è discusso di ordinamento professionale ATA e valorizzazione dei Dsga. L’Aran ha presentato ai Sindacati la nuova bozza del CCNL.

Le Aree del personale ATA, secondo la bozza, saranno quattro e non più cinque (D, C, B, As, A):

  • Area dei collaboratori
  • Area dei collaboratori esperti
  • Area degli assistenti
  • Area dei funzionari e dell’elevata qualificazione

Una delle principali novità è l’inserimento dell’Area dei collaboratori esperti, oltre al possibile ritorno della mobilità verticale.

Area dei collaboratori esperti

All’Area dei collaboratori esperti confluiscono i lavoratori che ricoprono posizioni di lavoro che richiedono conoscenze teoriche e informatiche di base relative allo svolgimento dei compiti assegnati, capacità manuali e tecniche specifiche riferite alle proprie specializzazioni nonché autonomia e responsabilità nell’ambito di prescrizioni di massima. Possono, altresì, svolgere funzioni di coordinamento del personale inquadrato nell’Area dei collaboratori.

I profili professionali sono:

  • Collaboratore scolastico e dei servizi
  • Collaboratore dei servizi agrari

Per il primo il titolo di studio richiesto sarà l’attestato di qualifica professionale di operatore dei servizi sociali.

Per il secondo sarà necessario essere in possesso di attestato di qualifica professionale di Operatore agrituristico o Operatore agro industriale o Operatore agro-ambientale o del settore Servizi per l’agricoltura e lo sviluppo rurale.

Il collaboratore scolastico e dei servizi è addetto ai servizi generali della scuola, ad esempio:

  • accoglienza e sorveglianza nei confronti degli alunni, nei periodi immediatamente antecedenti e successivi all’orario delle attività didattiche e durante la ricreazione, e del pubblico;
  • pulizia dei locali, degli spazi scolastici, degli arredi e delle pertinenze;
  • vigilanza sugli alunni, compresa l’ordinaria vigilanza e l’assistenza necessaria durante il pasto nelle mense scolastiche, custodia e sorveglianza generica sui locali scolastici;
  • collabora con i docenti
  • attività qualificata di assistenza e di monitoraggio delle esigenze igienico- sanitarie agli alunni con disabilità;
  •  coordina l’attività dei collaboratori scolastici.

Il collaboratore dei servizi agrari effettua attività di supporto alle professionalità specifiche delle aziende agrarie.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur