Rimprovera chi scavalca la fila dal benzinaio, docente aggredita e picchiata con i suoi due figli

WhatsApp
Telegram

Un brutto episodio ha visto, purtroppo, protagonista una docente e la sua famiglia. Una donna con i suoi due figli è stata aggredita sabato scorso nella piazzola di un distributore di carburante a Palermo.

La donna è stata picchiata da una decina di giovani di età compresa tra i 20 e i 30 anni. Tra gli aggressori, secondo quanto raccolto, anche quattro donne.

Il motivo? Sarebbe stata quella di essersi ribellata al tentativo di un gruppo di persone a bordo di auto e scooter che volevano scavalcare la coda al distributore.

La donna, insegnante alla scuola secondaria di primo grado, e i due figli adolescenti erano in attesa del loro turno quando una macchina, con almeno sei persone a bordo e tre scooter, è entrata a tutta velocità nell’impianto. Gli individui a bordo hanno saltato  la coda e preteso di essere riforniti subito.

“Pretendevano dal benzinaio di essere riforniti subito, senza dover attendere – afferma la donna a La Repubblica – È bastato che dicessi loro di mettersi in coda per scatenare la violenza”.

I carabinieri stanno cercando di individuare il branco grazie alla descrizione fornita dalle vittime e alle telecamere del distributore di benzina.

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno VIII ciclo 2023, diventa docente di sostegno: corso di preparazione, con simulatore per la preselettiva. 100 euro, a richiesta proroga di una settimana