Rimini e Catania: accolti i ricorsi Anief sullo spostamento dei 24 punti SSIS

di Lalla
ipsef

Anief – Piena ragione per i ricorrenti ANIEF che avevano richiesto lo spostamento dei 24 punti SSIS da una graduatoria all’altra all’atto dei vari aggiornamenti delle Graduatorie a Esaurimento. Gli Avvocati Fabio Ganci e Walter Miceli ottengono nuovamente ragione in favore dei nostri iscritti e la conferma che la decisione del MIUR di negare la possibilità di modificare la scelta pregressa risulta illegittima per eccesso di potere e contraria alla normativa primaria e regolamentare di riferimento.

Anief – Piena ragione per i ricorrenti ANIEF che avevano richiesto lo spostamento dei 24 punti SSIS da una graduatoria all’altra all’atto dei vari aggiornamenti delle Graduatorie a Esaurimento. Gli Avvocati Fabio Ganci e Walter Miceli ottengono nuovamente ragione in favore dei nostri iscritti e la conferma che la decisione del MIUR di negare la possibilità di modificare la scelta pregressa risulta illegittima per eccesso di potere e contraria alla normativa primaria e regolamentare di riferimento.

L’Avv. Tiziana Sponga, legale di fiducia dell’ANIEF sul territorio, ottiene presso il Tribunale di Rimini una soddisfacente sentenza che riconosce definitivamente alla nostra iscritta il diritto di modificare la scelta precedentemente espressa e di poter spostare il bonus premiale di 24 punti nella graduatoria di attuale interesse.

Il Giudice, infatti, ritiene senza dubbio “di poter aderire al consolidato orientamento della giurisprudenza amministrativa formatosi in senso favorevole alla tesi della ricorrente” e di voler riprendere anche quanto già ottenuto dall’ANIEF presso il Tribunale del Lavoro di Roma, considerando che “nessun elemento testuale legittima l’interpretazione secondo la quale in sede di aggiornamento delle graduatorie permanenti, non sia possibile procedere allo spostamento dei 24 punti, già attribuiti, da una graduatoria ad un’altra”.

Il Tribunale di Rimini, quindi, ricorda al Ministero dell’Istruzione che “in presenza di una tabella valutativa che demanda comunque alla volontà dell’interessato la scelta della classe di concorso cui indirizzare il punteggio aggiuntivo, è plausibile affermare che la negazione di tale facoltà è illegittima sotto più profili di eccesso di potere, nonché contraria alla normativa primaria e regolamentare di riferimento”. MIUR soccombente, dunque, condannato anche al pagamento delle spese di giudizio quantificate in 2.300 € oltre accessori.

Stesse determinazioni sono state ottenute dall’ANIEF avvalendosi della professionalità e della competenza sul territorio dell’Avv. Antonino Chiarenza che presso il Tribunale di Catania – a piena tutela dei diritti di una docente precaria che non aveva potuto stipulare alcun contratto a tempo determinato a causa della negazione del diritto a spostare i 24 punti SSIS nella graduatoria d’interesse – ha attenuto dal Giudice del Lavoro l’emanazione di un provvedimento cautelare d’urgenza in cui le richieste della ricorrente sono state totalmente accolte in considerazione della manifesta fondatezza delle pretese avanzate. Nel riconoscere il diritto della nostra iscritta all’immediato spostamento del bonus SSIS da una graduatoria all’altra, il Giudice del Lavoro ha, pertanto, ordinato al MIUR “di correggere la graduatoria provinciale definitiva […] mediante l’attribuzione del predetto punteggio, anche ai fini del conferimento di contratti di lavoro a tempo determinato” in attesa della definizione nel merito della controversia.

Piena tutela per gli iscritti ANIEF, dunque, sull’annosa vicenda dello spostamento del bonus dei 24 punti SSIS che il MIUR si ostina a negare all’atto dell’aggiornamento delle graduatorie a esaurimento. Anche la giurisprudenza del lavoro, grazie all’impegno e alla caparbietà dei nostri legali, sta finalmente diventando univoca e prevalente nel riconoscere che lo spostamento del bonus SSIS, come l’ANIEF ha sempre sostenuto, non può essere negato dall’Amministrazione se non attraverso atti illegittimi che risultano in evidente contrasto con la normativa primaria di riferimento.

Versione stampabile
anief
soloformazione