Rifroma Scuola Trento. V Commissione Consiglio provinciale approva disegno legge

Stampa

"Esprimo la soddisfazione mia e della Giunta – ha detto il presidente Rossi – è stato un lavoro molto positivo che ha messo al centro la volontà di costruire un dispositivo in linea con le aspettative e il ruolo che deve avere la scuola. E' una legge che andrà ad incidere in tempo reale sull'oggi. Auspico che il buon lavoro che abbiamo fatto fino ad oggi si traduca in un senso di responsabilità che è quello di riuscire a garantire, al nostro sistema scolastico, di partire a settembre con la nuova legge. Questo per essere al passo coi tempi, ma soprattutto per non fermare il percorso già intrapreso. Il lavoro di certo non è finito, ci sono ancora degli elementi da specificare e migliorare. Abbiamo però il dovere di dire che questa legge garantisce dei risultati". 

"Esprimo la soddisfazione mia e della Giunta – ha detto il presidente Rossi – è stato un lavoro molto positivo che ha messo al centro la volontà di costruire un dispositivo in linea con le aspettative e il ruolo che deve avere la scuola. E' una legge che andrà ad incidere in tempo reale sull'oggi. Auspico che il buon lavoro che abbiamo fatto fino ad oggi si traduca in un senso di responsabilità che è quello di riuscire a garantire, al nostro sistema scolastico, di partire a settembre con la nuova legge. Questo per essere al passo coi tempi, ma soprattutto per non fermare il percorso già intrapreso. Il lavoro di certo non è finito, ci sono ancora degli elementi da specificare e migliorare. Abbiamo però il dovere di dire che questa legge garantisce dei risultati". 

Sono queste le parole con le quali il Presidente Rossi commenta l'approvazione del disegno di Legge, in materia di scuola, che recepisce quanto previsto dalla Buona Scuola, da parte della V Commissione permanente del Consiglio provinciale.

Il disegno di Legge non ha subito particolari modifica, sono state, infatti, confermate le novità approvate dalla Giunta, ossia il potenziamento dell’autonomia scolastica, la qualificazione dell’offerta formativa, la valorizzazione del personale, il rafforzamento della valutazione, la trasparenza e la semplificazione della partecipazione. 
 

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur