Riforme. Fedeli: Stiamo discutendo di materie e durata nella scuola del primo ciclo

Il ministro Fedeli ha raccontato in un’intervista a La Stampa cosa cambierà nella scuola nei prossimi mesi.

Scuola, Fedeli: “Mai detto di voler ridurre secondaria di I grado da 3 a 2 anni. Ragionamento diverso da titoli fuorvianti”

Ha spiegato di aver portato avanti la proposta del liceo breve, perché il lavoro era già stato avviato, quindi ha esteso la sperimentazione al Sud; poi intende rivedere tutto l’insieme dei cicli scolastici. In particolare il ministro ha affermato che” è necessario ora intervenire negli anni successivi, nel modo di studiare dalla quarta e quinta classe della scuola primaria: deve esserci un rapporto diretto tra l’apprendimento e il percorso che si segue”. Si discuterà di durata, di materie, di modalità di studio per armonizzare e non creare scompensi.

Il processo dovrebbe avvenire fra almeno 4 anni, dopo la sperimentazione del liceo breve.
Inoltre si sta lavorando in modo che in tutti i percorsi formativi si studi inglese, introducendo l’Erasmus nelle secondarie, ma anche l’apprendimento della lingua italiana “grazie al contributo di Luca Serianni, linguista e filologo da poco in pensione che metterà la sua vasta competenza al servizio gratuito del ministero e degli studenti”.

Infine il ministro ha promesso:”Darò un riconoscimento sociale e economico del valore delle professionalità di chi lavora nella scuola e nelle università”.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia