Riforme. Fedeli: l’Erasmus anche per gli studenti delle superiori

di Giulia Boffa
ipsef

item-thumbnail

Il ministro ha annunciato ieri un’altra novità al Sole24Ore: l’introduzione dell’Erasmus anche alle scuole superiori.

“Sto lavorando per estendere l’Erasmus agli ultimi due anni delle superiori, in modo tale da far diventare curriculare questa formidabile esperienza formativa”. afferma il ministro.

A settembre novità in arrivo per le prove Invalsi alla primaria e alla secondaria di primo grado: accanto a italiano e matematica, si introduce una prova di inglese standardizzata per certificare, in convenzione con enti certificatori accreditati, le abilità di comprensione e uso della lingua inglese in linea con il Quadro Comune di Riferimento Europeo per le lingue. “Sarà la prima volta che la scuola italiana “certificherà” a tutti gli alunni abilità di comprensione e uso di un idioma straniero, ne beneficeranno in primis le famiglie meno abbienti che non possono permettersi costosi corsi privati” Ha affermato il ministro.

Nelle classi finali alle superiori, la prova Invalsi diventa requisito per l’ammissione all’Esame, ma non influisce sul voto finale.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione