Riforme. Centemero (Fi), su deleghe giudizio sospeso in attesa testi

di redazione
ipsef

“Rispetto alle deleghe previste dalla Buona scuola ed esercitate in extremis dal governo, il nostro giudizio non può che essere sospeso. Aspettiamo di leggere i testi sperando non siano stati scritti in fretta e furia in vista della scadenza dei termini”. Lo dichiara la deputata e responsabile scuola e università di Forza Italia, Elena Centemero.

“Per quanto riguarda la riforma dell’esame di Stato – prosegue – riteniamo indispensabile la valutazione attraverso un’apposita prova delle competenze linguistiche, in primis della lingua inglese, e presteremo particolare attenzione alla modifica della seconda prova, in particolare al liceo classico su cui riteniamo necessario un vero cambiamento. Sul fronte del sostegno, bisogna impedire che, come accaduto quest’anno, docenti che non ne hanno titolo siano chiamati a ricoprire ruoli così delicati. È stato poi un errore non coinvolgere le regioni nell’intervento sulla formazione professionale. Riteniamo necessaria la stesura del Testo Unico, a oggi assente, al fine di semplificare la normativa sul mondo della scuola mentre accogliamo con favore la laurea per l’insegnamento. Auspichiamo infine che la Ministra Fedeli non dia vita ad una controriforma sul ruolo dei dirigenti scolastici” conclude.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione