Riforme, Cangemi (PCI): sulla scuola il governo ripete i disastri renziani, ognuno si assuma le proprie responsabilità

WhatsApp
Telegram

“Il governo Gentiloni si è assunto la responsabilità gravissima di infliggere un altro duro colpo alla scuola italiana, approvando i decreti attuativi della disastrosa controriforma renziana”- ha dichiarato Luca Cangemi, responsabile nazionale scuola del PCI.

“Sono decreti che annunciano nuovi tagli, colpiscono il diritto allo studio, precarizzano e umiliano ulteriormente il lavoro docente, attaccano in modo particolarmente odioso i diritti degli studenti con disabilità.
Di fronte alla scelta di proseguire sulla strada scellerata della “buona scuola” nessuno può fare finta di niente”.- ha proseguito Cangemi.
Abbiamo in queste settimane ascoltato tra i parlamentari che hanno abbandonato il PD (e persino tra qualcuno che vi è rimasto) molte voci critiche su quanto è stato fatto dal governo Renzi nel mondo della scuola. Vogliono questi parlamentari continuare a sbagliare? Possono continuare a sostenere un governo che si fa servile continuatore dei peggiori disastri di quello precedente? Tutti, a cominciare dalle forze che si raggruppano sotto la sigla di Articolo1, sono chiamati a una verifica di serietà e coerenza.
“Per quanto ci riguarda, continueremo, nelle scuole e nel paese, la nostra linea di durissima contestazione della 107 e dei suoi derivati. Una lotta che potrà fermarsi solo con l’abrogazione di queste norme devastati per la scuola italiana”.- ha concluso Cangemi.

Riforma approvata, le schede dei decreti nuovo reclutamento, sostegno, esami di stato, 0-6, estero, professionali

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur