Riforma sostegno, i supplenti potranno essere riconfermati su richiesta delle famiglie. Scarica il testo del Decreto

Stampa

Si tratta di una novità assoluta per quanto riguarda il rapporto di lavoro tra docenti e scuole. A decidere se il docente precario potrà restare in servizio lo decidono le famiglie.

Infatti, secondo quanto leggiamo nel testo di riforma del sostegno approvato la scorsa settimana dal Governo, i supplenti potranno avere contratti pluriennali su sostegno.

Il meccanismo scatterà quando, evidenziato un rapporto positivo con lo studente diversamente abile, le famiglie faranno richiesta perché il docente a tempo determinato venga riconfermato senza passare dalla nomina delle supplenze.

Una novità che garantirà, in questo modo, una continuità didattica per l’alunno diversamente abile che avrà, quindi, maggiori tutele.

Scarica il testo del Decreto come approvato dal Governo

Stampa

Eurosofia, scopri un modo nuovo e creativo per approcciarti all’arte: “Il metodo del diario visivo” ideato da Federica Ciribì