Riforma sostegno, domanda accertamento disabilità e commissione mediche

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il decreto di revisione del D.lgs. 66/2017, recante norme in materia di inclusione scolastica degli studenti con disabilità, è stato approvato in via definitiva.

Scarica il testo del Decreto

Vediamo in questa scheda le novità relative all’accertamento della disabilità e alle commissioni mediche.

Domanda accertamento disabilità

La domanda per l’accertamento della disabilità in età evolutiva, ai fini dell’inclusione scolastica, va presentata all’INPS, che deve darvi riscontro non oltre 30 giorni dalla data di presentazione.

Tale accertamento è propedeutico alla redazione del profilo di funzionamento, predisposto secondo i criteri del modello bio-psico-sociale della Classificazione internazionale del funzionamento, della disabilità e della salute (ICF) dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), ai fini della formulazione del Piano Educativo Individualizzato (PEI), facente parte del progetto individuale di cui all’articolo 14 della legge 8 novembre 2000, n.328.

Alla domanda presentata all’Inps si allega il certificato medico diagnostico-funzionale contenente la diagnosi clinica e gli elementi attinenti alla valutazione del funzionamento a cura della Azienda sanitaria locale.

Commissioni mediche

Le commissioni mediche, nel caso di accertamento della disabilità di persone in età evolutiva, sono così composte:

  • un medico legale, che assume le funzioni di presidente;
  • due medici: uno specialista in pediatria o in neuropsichiatria infantile e un altro specialista nella patologia che caratterizza la condizione di salute del soggetto;

e sono integrate da:

  • un assistente specialistico od operatore sociale o da uno psicologo in servizio presso strutture pubbliche individuati dall’ente locale o dall’Inps quando l’accertamento sia svolto dal medesimo Istituto nonché, negli altri casi, da un  medico INPS.

Scarica il testo del Decreto

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione