Riforma sostegno, bufera sugli organici: i docenti temono l’arrivo del pedagogista grafologo

WhatsApp
Telegram

Associazione degli insegnanti di sostegno “AsIS”, della Consulta Nazionale Docenti Sostegno e dell’Unione docenti di sostegno in via di estinzione

Bufera sugli Organici del Sostegno:  La Senatrice Blundo, a nome del Movimento 5 Stelle, sta per presentare a Palazzo Madama un disegno di legge  che, per ogni istituzione scolastica, sostituisce un insegnante di sostegno di ruolo, già titolare sulla scuola, con “almeno un pedagogista grafologo”….interviene tempestivamente l’On. Chimienti

Un vero e proprio “tsunami” si sta per abbattere su 137 mila insegnanti di sostegno.

Il Disegno di Legge a firma della senatrice pentastellata prevede all’art. 8 che dall’a.s. 2019/2020 il Ministero dell’Istruzione “darà vita a un piano straordinario di immissioni in ruolo al fine di garantire in TUTTI gli Ambiti Territoriali la presenza diALMENO un pedagogista grafologo multicompetenza per ciascuna istituzione scolastica”, che dovrà contendersi, con i docentispecializzati (già di ruolo), gli esigui posti dell’organico di sostegno delle scuole.

La senatrice aquilana ha pronto un pacchetto di disposizioni che sono una vera è propria “bomba ad orologeria”, pronta a scoppiare in un settore dove le carenze tra gli insegnanti di sostegno hanno carattere endemico (quest’anno vicine al 50%) con almeno 100mila alunni con disabilità costretti a cambiare il docente di sostegno a causa degli “irrisori” posti in organico di diritto.

Questa volta per evitare danni irreparabili al M5S è dovuta intervenire, tempestivamente (di domenica pomeriggio), l’attenta  On.le Chimienti che in un post sul proprio profilo Facebook in un “Avviso per tutte le associazioni e i docenti di sostegnopreoccupati dall’iniziativa della senatrice Enza Blundo” ha preso le distanze dall’iniziativa della collega.

Se la sen. Blundo continuerà nel suo proposito, i docenti di ruolo sul sostegno, che vantano una titolarità sulla scuola, saranno costretti a cedere “almeno” un posto per consentire al Dirigente scolastico di attuare la nuova normativa, che si ripete prevede l’obbligo “per ciascuna istituzione scolastica” di avere necessariamente nella dotazione organica del sostegno un pedagogista grafologo.

Si preannuncia l’ennesima “guerra tra i poveri”, con i docenti di sostegno, che risulteranno sovrannumerari, costretti alla mobilità “d’ufficio” tra gli Ambiti Territoriali, alla ricerca di una collocazione e soggetti alla chiamata diretta dei dirigenti scolastici.

Associazione degli insegnanti di sostegno “AsIS”

Consulta Nazionale Docenti Sostegno

Unione docenti di sostegno in via di estinzione

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur