Riforma scuole italiane all’estero, analisi dello schema di decreto: dalla didattica alla gestione finanziaria

WhatsApp
Telegram

Uno dei decreti attuativi della legge n. 107/2015 (o meglio schemi di decreto), attualmente al vaglio delle Commissioni parlamentari, riguarda le scuole italiane all’estero.

Il personale scolastico della scuola italiana di Asmara ha elaborato un documento che analizza il suddetto schema, evidenziano tutte le criticità che sembrano scontrarsi con la proclamata intenzione di promuovere la
diffusione della lingua e della cultura italiana nel mondo.

Viene, inoltre, sottolineata “l’invasione di campo ai danni della disciplina contrattuale in materia (per esplicita previsione dell’articolo 36) e la presenza di disposizioni contraddittorie che appaiono preludio ad una nuova stagione di contenziosi giuslavoristici).

Tra le criticità riportate nel documento ricordiamo: la mancanza di una  cabina di regia che si faccia carico della gestione complessiva della rete della formazione italiana nel mondo; il fatto che le scuole amministrate dallo Stato non sono più definite “statali”; l’intevento degli Ambasciatori in materia di PTOF, quando l’organizzazione didattico – educativa compete al Collegio dei Docenti;la poca chiarezza delle modalità di intervento dei privati nella gestione amministrativa e didattico–formativa delle scuole all’estero;lo stravolgimento della figura del lettore posta alle dipendenze della Rappresentanza diplomatica; le modalità, in riferiento all’incremento di 50 unità di personale, di richiesta del docente di sostegno, considerati che nei vari Paesi i parametri per la cetrtificazone dei disabili sono differenti rispetto a quelli italiani; l’istituzione di elenchi al posto delle graduatorie, da cui attingere per il reclutamento, e il conseguente rischio che si metta in atto una sorta di chiamata diretta;la condizione del personale nominato presso la Sede di Asmara che non risulta sufficientemente disciplinata.

Altre aspetti affrontati nel documento riguardano: gli spezzoni orario, l’indennità integrativa speciale al personale in servizio all’estero, l’assegno di sede,la condizione del personale in costanza di mandato, il livello di conoscenza della lingua italiana da parte del personale straniero.

Per approfondire scarica il documento

WhatsApp
Telegram

Concorso per dirigenti scolastici. Corso preparazione: 285 ore di lezione, simulatore Edises con 14mila quiz e modulo informatica. Nuova offerta a 299 euro