Riforma scuola. Renzi chiede un commento: “scrivetemi”. Alle opposizioni di non fare ostruzionismo

WhatsApp
Telegram

Attraverso la enews dell'08 marzo 2015 il Premier fa il punto dell'ingarbugliata situazione sulla riforma della scuola, che dovrà decollare da martedì 10 marzo in Consiglio dei Ministri.

Attraverso la enews dell'08 marzo 2015 il Premier fa il punto dell'ingarbugliata situazione sulla riforma della scuola, che dovrà decollare da martedì 10 marzo in Consiglio dei Ministri.

I tempi. "In settimana concludiamo l'esame in consiglio dei ministri e presentiamo il disegno di legge al Parlamento chiedendo di discuterlo velocemente" afferma Renzi

Ma – ed è questo il punto sul quale si decide la partita – se le opposizioni non fanno ostruzionismo, ma provano a dare una mano anche migliorando il testo, non ci sarà nessun provvedimento di urgenza da parte nostra.

Non è un mistero infatti che il piano A, caldeggiato dal Governo, di approvazione del DDL in tempi brevi e certi, possa far seguito un piano B, per dare attuazione almeno al piano straordinario di assunzioni promesso già a settembre 2014. In questo secondo caso però non sarebbero ancora certi i numeri dell'operazione. Immissioni ruolo, piano A e piano B. 120 mila da GaE e GM, ma in bilico 60mila posti da Organico funzionale

E infine Renzi conclude "Attenzione!!! mai vista tanta disinformazione come sulla scuola. Qui ci sono i tre video, in ordine, che ho fatto a settembre , gennaio e marzo su come abbiamo gestito La Buona Scuola"

E invita in maniera generica a postargli un commento "Per chi non ha tempo da perdere suggerisco di guardare solo l'ultimo ed è gradito un commento a [email protected]"

WhatsApp
Telegram

Concorso per dirigenti scolastici. Corso preparazione: 285 ore di lezione, simulatore Edises con 14mila quiz e modulo informatica. Nuova offerta a 299 euro