Riforma Scuola: occorre ispirarsi a Don Milani e Montessori

WhatsApp
Telegram

Sen. Manuela Serra 7°Commissione Istruzione e Cultura Senato – L’Italia chiede e attende una ‘Buona Scuola’ da tempo formata da insegnanti motivati e preparati. Leggere che il Paese attende una ‘Buona Scuola,’ dove i meritevoli siano più pagati dei ‘meno meritevoli’, significa solo mettere in luce delle disparità, senza superarle;

Sen. Manuela Serra 7°Commissione Istruzione e Cultura Senato – L’Italia chiede e attende una ‘Buona Scuola’ da tempo formata da insegnanti motivati e preparati. Leggere che il Paese attende una ‘Buona Scuola,’ dove i meritevoli siano più pagati dei ‘meno meritevoli’, significa solo mettere in luce delle disparità, senza superarle;

occorre, invece, investire le risorse necessarie al fine di avere insegnanti realmente preparati ed equamente retribuiti. Garantire una ‘Buona Scuola’ solo ad alcuni studenti, pochi o molti che siano, genera delle discriminazioni.

Tutti gli studenti hanno diritto ad essere correttamente preparati, poiché la scuola pubblica-statale deve garantire a ogni studente la possibilità di raggiungere l’eccellenza, a vantaggio proprio e della collettività.

Il Governo propone di svuotare gli organismi collegiali e partecipati, riconfermando, quindi, la visione del disegno di legge Aprea che postula una gestione discrezionale di tipo manageriale. 

La democrazia e la partecipazione nella governance di Istituto sono garanzia di innovazione e trasparenza in un continuo scambio di esperienze, di interesse alla didattica e cura alla socialità.

Nelle slide del governo si annunciano investimenti per le tecnologie, ma gli insegnanti e gli alunni delle scuole italiane aspettano già da tempo la banda larga e il wi-fi, dopo il fallimento del "Piano scuola digitale". Occorrono, quindi, seri investimenti al fine di garantire agli istituti le risorse tecnologiche necessarie.

Serve soprattutto la Scuola che sia Ottima per tutti: docenti, alunni e genitori, evitando di ridurre il processo d’insegnamento a mero parcheggio di studenti. Una Scuola Ottima, vitalizzata dallo spirito dell’educazione tramite la formazione continua, sintetizza proprio quello che don Milani e Maria Montessori hanno sempre ricercato, affinchè tutto ciò, unito alla scienza pedagogia, si tramuti nell’insegnamento/apprendimento della vita nella società.

L’Italia attende la Scuola Ottima, dove la quotidianità non sia un peso, ma il luogo essenza di formazione e sviluppo del pensiero; in un continuo scambio di esperienze, ricerche e superamento delle problematiche in maniera condivisa.

Riforma della scuola. Linee guida, il testo e i nostri articoli

WhatsApp
Telegram