Riforma scuola. Con modifiche a meritocrazia si perde il voto di Scelta Civica

di redazione
ipsef

Scelta Civica ha fatto sapere che si asterrà o voterà contro il DDL Scuola se interveranno modifiche su meritocrazia.

Scelta Civica ha fatto sapere che si asterrà o voterà contro il DDL Scuola se interveranno modifiche su meritocrazia.

Continuano i paletti alla riforma della scuola. Parola d'ordine: non cedere alle pressioni dei sindacati, "da sempre nemici giurati della meritocrazia".

Così li definisce Enrico Zanetti, di Scelta Civica "il cuore del provvedimento è il merito. Il testo quindi può essere migliorato ma non stravolto e neutralizzato.

E dunque se il ddl diventasse solo un piano di stabilizzazione del precariato Scelta civica si sfilerebbe dal provvedimento".

Ci sembra di capire che comunque, anche se proseguiranno gli incontri, la compagine governativa non ha alcuna intenzione di stravolgere l'impianto del testo, che si basa su autonomia e merito.

DDL Scuola: via libera al testo, domani in aula. Utilizzo fiducia al Senato ultima spiaggia

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione