Riforma scuola M5S: 22 alunni per classe, tempo pieno, abolizione Invalsi, certificazione competenze al posto dei voti

di redazione
ipsef

item-thumbnail

La Lega e il M5S sono le due forze politiche risultate vincitrici delle elezioni politiche 2018, sebbene la formazione del Governo sia ancora lontana e non si sappia chi guiderà il Paese.

Abbiamo già riferito sul programma della Lega relativo alla Scuola in: Salvini, pronta la riforma dei cicli scolastici: uniremo elementari e medie, introdurremo prof prevalente

Vediamo adesso quale programma sulla scuola si propone di attuare, qualora al Governo, il Movimento 5 Stelle, secondo quanto riferito da ItaliaOggi.

ALUNNI PER CLASSE

Il numero massimo di alunni per classe previsto è di 22 studenti, 20 in presenza di alunni disabili.

TEMPO PIENO

E’ previsto un potenziamento del tempo pieno, la cui diffusione è deficitaria soprattutto al  Sud.

COMPRESENZE, PROGRAMMAZIONE E DIDATTICA

Il programma dei pentastellati prevede il potenziamento delle compresenze, della programmazione in team e della didattica innovativa e interdisciplinare.

Il movimento, inoltre, si propone di puntare sull’introduzione di progetti curricolari ed extracurricolari, volti a valorizzare la dimensione pratica dell’apprendimento, le attività espressive e sportive.

INVALSI

Le prove Invalsi saranno eliminate dagli esami e il loro ruolo sarà diverso da quello attuale (evidenziamo che le prove Invalsi III media, dal corrente anno scolastico, non sono più prove d’esame ma ne costituiscono un requisito d’ammissione).

VALUTAZIONE

La valutazione non sarà più in decimi e sarà espressa tramite la certificazione delle competenze da effettuare annualmente.

RUOLO DELLE “EDUCAZIONI”

Educazione civica, ambientale, alimentare , alla parità di genere, all’affettività, alle emozioni e alla sessualità consapevole sono ritenute fondamentali per formare i “cittadini di domani”.

ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO

L’alternanza non sarà più obbligatoria e si porranno in essere percorsi formativi  intesi come “azione di apprendimento nel territorio“.

PARITÀ SCOLASTICA

E’ prevista la modifica della legge n. 62/2000 sulla parità, l’abolizione dei finanziamenti statali alle scuole paritarie, esclusi asili nido e scuole dell’infanzia.

ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE

Gli enti di formazione, che si occupano dei percorsi di IeFP, e gli ITS saranno riformati (non è riferito come).

Versione stampabile
anief anief
soloformazione