Riforma. Sciopero della fame e notte bianca della scuola

WhatsApp
Telegram

Lavoratori autoconvocati della scuola Roma – Dopo un anno di lotte e di ferma opposizione al DDL scuola ci troviamo di fronte alle battute finali. Il Governo Renzi, indebolito dagli scioperi, dal pessimo risultato delle elezioni e dagli scandali di “mafia Capitale”, punta a far passare il DDL scuola attraverso la fiducia.

Lavoratori autoconvocati della scuola Roma – Dopo un anno di lotte e di ferma opposizione al DDL scuola ci troviamo di fronte alle battute finali. Il Governo Renzi, indebolito dagli scioperi, dal pessimo risultato delle elezioni e dagli scandali di “mafia Capitale”, punta a far passare il DDL scuola attraverso la fiducia.

Come Lavoratori Autoconvocati Scuola abbiamo deciso di iniziare uno sciopero della fame dal 22 giugno in piazza Delle Cinque Lune, nei pressi del Senato, con l’intenzione di rimanere in presidio anche la notte per dare supporto agli scioperanti.

E’ nostra intenzione condividere sin da lunedì quello spazio con tutti i sindacati, ai quali stiamo proponendo di gestire insieme delle iniziative di animazione (lezioni all’aperto, intrattenimenti musicali, attività culturali) e che saranno presenti lì avendo preso le piazze dal 23 al 25.

Il DDL scuola può e deve essere ritirato. Stralciamo le assunzioni e rilanciamo la LIP. Invitiamo tutti, anche dalle altre città, a far sentire la nostra voce sotto al Senato, dimostrando che la scuola è in grado di resistere un’ora in più del Governo e di esprimere tutta la creatività, la forza e la determinazione che scaturiscono naturalmente dalla cultura.

WhatsApp
Telegram

Adempimenti dei Dirigenti scolastici per l’avvio del nuovo anno scolastico: scarica o acquista il nuovo numero della rivista per Dirigenti, vicepresidi, collaboratori del DS e figure di staff