Riforma. “Sciopero 5 maggio sarà l’inizio, #staiserenoMatteo, andrai a sbattere”. Servizio con intervista Camusso

di Fulvia Subania
ipsef

Ieri i sindacati rappresentativi hanno manifestato a Roma, in P.zza degli Apostoli contro la riforma della scuola.

Ieri i sindacati rappresentativi hanno manifestato a Roma, in P.zza degli Apostoli contro la riforma della scuola.

Forte l'adesione, al di sopra delle aspettative. Sono intervenuti i segretari dei sindacati FLCGIL, CISL, UIL, SNALS, GILDA. La manifestazione è stata l'occasione per comunicare che giorno 5 maggio sarà indetto uno sciopero della scuola, che segue quello del 24 aprile indetto da ANIEF, USB, UNICOBAS.

E' intervenuta anche il segretario della CGIL nazionale, Alessandra Camusso, che ha rilasciato una dichiarazione al microfono di OrizzonteScuola.

Di Menna, UIL: Governo apra confronto, non scontro con la scuola. Di Meglio, GILDA: bloco degli scrutini. Chimienti, M5S: piano assunzioni ridicolo. Pataleo, FLCGIL: abbiamo presentato contropoposte e Stato democratico ascolta chi rappresenta milioni di lavoratori. Nigi, SNALS: speriamo in un ripensamento, come per gli scatti stipendiali. Scrima, CISL: Renzi, stai sereno, andrai a sbattere.

Vedi anche: DDL Scuola. Dalla manifestazione delle RSU: Renzi stai sereno, la piazza è unita. Sciopero generale 5 maggio e sciopero degli scrutini

Il videoservizio

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione