Riforma Regolamento Contabile scuole, affidamenti diretti sino a 39.999 euro

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il 26 ottobre u.s., si è svolto un incontro Miur-sindacati sul Regolamento contabile delle istituzioni scolastiche.

Come riferito dalla Uil, l’Amministrazione ha presentato ai sindacati il testo di riforma del Regolamento interministeriale di contabilità delle scuole, ai sensi della legge n. 107/2015.

Le novità principali del testo riguardano:

  • una maggiore informatizzazione del sistema con conseguente processo di dematerializzazione degli atti amministrativi
  • potenziamento dei meccanismi di trasparenza e di controllo
  • l’innalzamento della soglia degli affidamenti diretti di acquisti con delibera motivata del Consiglio di istituto da euro 10.000 a 39.999.
  •  maggiore flessibilità dei servizi di cassa e del fondo economale per le minute spese.

A parte le predette novità, leggiamo nel resoconto della Uil, nel testo si riflettono le contraddizioni della legge 107/15 e non si supera il “regime speciale” proprio delle istituzioni scolastiche, derivante dal fatto che l’attività della scuola si lega all’anno scolastico che abbraccia due anni finanziari, con tutte le conseguenti criticità che hanno da sempre contraddistinto la contabilità delle scuole.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione